Usa evitano recessione

2 gennaio 2013 10:290 commenti

L’accordo c’è. E’ arrivato in extremis. Servirà per gli Stati Uniti d’America ad evitare il tanto temuto precipizio fiscale.

Repubblicani e Democratici hanno raggiunto, con enormi difficoltà, l’intesa. Il voto bipartisan che evita di fatto la recessione agli Usa è stato decretato alle ore 5 e 20 italiane, intorno alle 23 e 20 locali.

 Calo dipendenti Pubblica Amministrazione

Il ‘via libera’ è stato dato dalla Camera dei Rappresentanti, che ha approvato il testo sul Fiscal Cliff già ‘passato’ in Senato.

FAVOREVOLI E CONTRARI


Prima di saperne di più sui Servivano 217 voti a favore. La legge sul Fiscal Cliff è passata con 257 voti a favore e 167 contrari. 85 repubblicani, individuabili nel gruppo che aveva proposto un emendamento che prevedeva tagli alla spesa per 330 miliardi di dollari, hanno votato ‘no’.

 Biografia Rita Levi Montalcini

Come si evince dai dati, il ‘si’ dei Repubblicani alla Camera (occorre ricordare che in quest’aula il partito suddetto detiene la maggioranza) era tutt’altro che scontato.

In sintesi, potrebbe essere considerato un ‘lasciapassare’ garantito più per il bene del Paese che per il bene di Obama. Quest’ultimo è stato tenuto con il fiato sospeso fino allo scadere delle trattative.

Per il Presidente degli Stati Uniti, in ogni caso, è un grande risultato. Ora a lui spetta solo la formalità di firmare il provvedimento.

 






Tags:

Lascia una risposta