Vademecum per la vendita degli immobili: cosa succede dopo l’acquisto

25 agosto 2014 15:020 commenti

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato un vademecum per tutti i proprietari di un immobile che sono intenzionati a vendere lo stesso oppure per chi intende comprare una casa e vuole conoscere quel che succede nelle fasi dell’acquisto e immediatamente dopo.

Appena dopo l’acquisto di una casa i nuovi proprietari hanno una serie di adempimenti da compiere. In primo luogo si deve provvedere alla registrazione degli atti immobiliari che vanno trascritti nei registri e volturati nella banca dati catastali.

> Vademecum per la vendita degli immobili: i primi passi

Gli adempimenti successivi all’acquisto di una casa, sono fatti in genere tutti dal notaio che trasmette telematicamente i dati tramite un Modello unico informatico in cui saranno riportati: la richiesta di registrazione, le note di trascrizione e iscrizione, la domanda di annotazione e la domanda di voltura catastale.

> Vademecum per la vendita degli immobili: le imposte sulla vendita


Il proprietario, invece, deve pensare a tutti quelli che sono i riflessi reddituali legati all’acquisto. Siccome la casa produce un reddito va dichiarata nel modello di dichiarazione dei redditi del contribuente. In questo modello, sia esso il 730 o l’Unico devono essere inserite anche le richieste di agevolazioni fiscali per l’acquisto o la ristrutturazione dell’immobile, per l’accensione del mutuo e via dicendo.

> Vademecum per la vendita degli immobili: le imposte sull’acquisto

Ci sono ad esempio delle spese detraibili al 19%, fino a 1000 euro, per i compensi pagati per l’intermediazione immobiliare. In questi casi è necessario produrre dei documenti fiscali, come le fatture intestate al proprietario o ai proprietari di un immobile. Alcune detrazioni sono riservate alla prima casa, altre riguardano gli immobili locati. L’Erario fornisce una descrizione dettagliata anche degli obblighi fiscali dei contribuenti.






Tags:

Lascia una risposta