Home / economia / Westfield Milano, apre il più grande centro commerciale d’Europa

Westfield Milano, apre il più grande centro commerciale d’Europa

Un’opera gigantesca, mastodontica, il più grande centro commerciale d’Europa sorgerà a Segrate.Un progetto di dimensioni colossali ma pure qualche voce critica: il progetto del maxi-centro commerciale Westfield di Segrate, i cui lavori sono cominciati e che si propone di accogliere oltre 60mila visitatori al giorno, rappresenterà un punto di riferimento nel settore per tutta l’Europa e, secondo alcune stime, pare che l’intento sia quello di toccare flussi di vendita di oltre un miliardo, oltre a farlo diventare un centro polivalente aperto tutto l’anno a mostre, sagre, eventi di élite e così via. Sarà una struttura che ospiterà 21 milioni di visitatori l’anno, 300 negozi e creerà tra addetti ai lavori e dipendenti dei negozi e indotto 17.000 nuovi posti di lavoro. Verrà costruito su un’area di 240mila metri quadrati di superficie, di 185mila quella commerciale, ed ospiterà almeno 300 negozi e 100 tra boutique e ristoranti, oltre ad un cinema con 16 sale e 2.500 spettatori.

Le dimensioni? Titaniche: sarà grande due volte il mall di Arese.L’investimento – come riportato in un comunicato diramato dal comune – è da capogiro: 1,4 miliardi di euro e genererà 17mila nuovi posto di lavoro, 20mila per l’edilizia. Westfield Milano non sarà solamente il più grande centro commerciale italiano, ma diventerà anche uno degli attori più importanti nel mercato europeo.Il centro commerciale stravolgerà anche le infrastrutture viabilistiche di Segrate: porterà la nuova stazione ferroviaria “di porta” con la fermata dell’alta velocità e probabilmente anche il prolungamento della linea metropolitana M4 che da Linate arriverà a Segrate (lo studio di fattiblità è già stato commissionato).Westfield Milano, a Segrate il nuovo centro commerciale: un’opera mastodontica che costerà 1,4 miliardi di euro.

Secondo la convenzione urbanistica al Comune di Segrate la società Westfield dovrà versare 55 milioni di euro. Tra oneri d’urbanizzazione primaria scomputati in opere (16 milioni utilizzati in larga parte per finanziare il tratto di Cassanese bis, il ponte ciclopedonale che unirà il megastore al Centroparco e collegamenti ciclabili a Novegro, nel Parco Forlanini, a San Felice e di raccordo con la stazione del Passante) e oneri d’urbanizzazione secondaria già versati (13 dei 14 milioni), restano da pagare i costi di costruzione: circa 20 milioni dei 25 totali, da versare in quattro rate, con prima rata entro 30 giorni dalla notifica del permesso di costruzione (comprensiva del milione di oneri d’urbanizzazione secondaria a saldo) e le successive tre con cadenza semestrale, sempre dalla data di notifica del provvedimento. “La mia Amministrazione si è trovata di fronte a un iter irreversibilmente avviato e ha dovuto quindi impegnarsi per affrontare le criticità e sviluppare al meglio le opportunità”, commenta il sindaco Paolo Micheli. A questi si aggiungono altri 25 milioni di standard qualitativo, che serviranno per realizzare infrastrutture sul territorio segratese.Quando potremo vedere in attività il Westfield Milano?A Westfield Milano non mancheranno le ultime novità in materia di tecnologie digitali, shopping e servizi turistici.

Loading...