Al Qaida annuncia pronti 100 attentati

20 agosto 2011 12:210 commenti

Iraq:  al-Qaida annuncia una campagna di 100 attentati.

Al Qaida ha annunciato di aver lanciato, da metà agosto, una campagna di 100 attentati in Iraq, per rivendicare la morte di Osama bin Laden. Lo ha dichiarato attraverso un comunicato pubblicato, oggi, su Internet, dove il ramo iracheno di al-Qaida rende noto che è partita la campagna di attentati in onore di Osama bin Laden e di altri responsabili della rete estremista.

Nonostante lo stato islamico in Iraq ha precisato che l’inizio di questi attentati è iniziato il 15 agosto, nessuna rivendicazione è arrivata per i molteplici atti terroristici  di questi ultimi giorni, i più cruenti mai avvenuti nel paese da oltre un anno.

La campagna, denominata “Vendetta per lo Sceicco Osama bin Laden e di altri alti responsabili, ha avuto inizio proprio nel mese di digiuno (ramadan) e, se Dio vuole, si concluderà dopo avere raggiunto i 100 attentati”, precisa il comunicato del gruppo pubblicato sul sito internet jihadista Honein.

”Questi attentati avverranno attraverso raid, martiri kamikaze, esplosivi sulle strade, armi con silenziatori nelle mani di tiratori scelti appostati in tutte le città, zone rurali e province”, sottolinea il comunicato.

Il 15 agosto, giorno che pare abbia segnato l’inizio della campagna terroristica, una serie di attentati in 18 città dell’Iraq hanno provocato 74 morti e oltre 300 feriti, portando questa giornata alla più insanguinata, nel paese, dal maggio 2010.

Nella notte tra venerdì e sabato, a Bagdad, sono stati distribuiti migliaia di volantini che richiamano ad unirsi alllo stato islamico in Iraq e a combattere i soldati americani, lo ha reso noto un responsabile del ministero dell’Interno iracheno.

Secondo i responsabili americani ed iracheni, il gruppo ha perso parte del suo potere dagli anni 2006/2007, tuttavia resta ancora in grado di condurre una serie di feroci attentati.

Articolo correlato:  Terrorismo al Qaida bombe al veleno

Ultimo aggiornamento 20 agosto 2011 ore 14,20

Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta