Ancora sette giorni di fermo in India per i marò italiani

23 febbraio 2012 14:500 commenti

Si complica la situazione dei due marò italiani in stato di fermo da parte delle autorità indiane per l’uccisione dei due pescatori a largo della costa scambiati per dei pirati.

Il giudice della Corte di Kollam ha infatti deciso di prorogare per ulteriori accertamenti, il fermo di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.
In particolare si attende l’ispezione della nave Enrica Lexie, dove erano in servizio i due maro, che per motivi burocratici e legali, è però ancora ferma a largo della costa a cinque miglia nautiche.
Le autorita portuali di Kochi infatti, non hanno ancora rilasciato i nulla osta per l’attracco della nave in porto, e la decisione dovrebbe essere presa nei prossimi giorni.

Su questa ispezione punta molto la Farnesina e il Governo, che intanto rassicurano le famiglie sull’impegno delle istituzione nel risolvere la situazione.

Intanto l’alta corte del Kerala ha deciso un rinvio a martedì per l’esame del ricorso italiano, in attesa anche che le autorità italiane presentino una memoria propria a difesa delle tesi finora avanzate nelle indagini.
I due fucilieri dovranno attendere quindi ancora una settimana prima di capire quale sarà il loro futuro.

Tags:

Lascia una risposta