Home / esteri / Arrestato banchiere svizzero che ha passato dati riservati a Wikileaks

Arrestato banchiere svizzero che ha passato dati riservati a Wikileaks

La polizia svizzera ha arrestato l’ex funzionario di banca elvetico Rudolf Elmer che ha divulgato dati riservati al sito Wikileaks, fornendogli due compact disc con la registrazione di dati bancari appartenenti a clienti importanti, che avrebbero truffato il fisco nei loro paesi.

L’arresto è avvenuto dopo che Elmer è stato processato, oggi, in un tribunale distrettuale di Zurigo, accusato di aver violato il segreto bancario svizzero e di avere reso note  informazioni risevate,  attraverso il sito Wikileaks.

Come riferito dal Procuratore Capo, il tribunale di Zurigo ha riconosciuto Elmer, ex dirigente della Banca Julius Baer, colpevole di aver violato il segreto bancario e di aver trasmesso lettere di minacci ai suoi colleghi. Nei mesi scorsi Elmer, già direttore di una filiale delle Isole Cayman, aveva passato al sito WikiLeaks informazioni relative alla principale banca elvetica.

L’ex banchiere ha consegnato ad Assange due CD, nei quali vengono presumibilmente rivelate informazioni su come i clienti di una certa entità utilizzano conti offshore per evadere le tasse. Secondo un informatore, nella lista dei clienti ci sono una quarantina di politici. La banca aveva licenziato Elmer nel 2002, dopo che si era rifiutato di sottoporsi ad un test con la macchina della verità.

Elmer, quindi, contattò nel 2008 Wikileaks, il quale ha pubblicato tutte le informazioni fornitegli dall’ex funzionario della Banca Julius Baer, che aveva portato all’oscuramento temporaneo del sito. Contemporaneamente, Elmer conduceva, attraverso il suo sito web, una campagna contro il sistema del segreto bancario, attaccando le banche svizzere di mancanza di moralità.

Loading...