Home / esteri / Attentato suicida nel principale aeroporto di Mosca

Attentato suicida nel principale aeroporto di Mosca

Almeno 35 persone sono morte e  46 sono rimaste gravemente ferite per l’attentato suicida avvenuto presso uno dei principali aeroporti di Mosca: Domodedovo.

L’esplosione si è verificata nel terminal degli arrivi internazionali, nel tardo pomeriggio di oggi.  Ha avuto una potenza pari a quella di sette chili di tritolo, anche se più probabilmente è stato usato un altro tipo di esplosivo, a giudicare dal colore del fumo.

Treni e metropolitane sono stati immediatamente posti sotto strettalta sorveglianza, così come tutti gli altri aeroporti della capitale.

La Farnesina ha annunciato che tra le vittime risulta esserci anche un italiano.

Il kamikaze si è fatto esplodere nel momento in cui si trovava tra la folla che attendeva i viaggiatori, nella zona degli arrivi. Ha indicato un portavoce della polizia citata dall’Agenzia russa RIA. L’attentato è arrivato a meno di un anno dopo, il doppio attentato della metropolitana di Mosca.

Gli inquirenti non sono ancora in grado di determinare se l’attentato è opera di uno o di parecchi terroristici.

Pare, tuttavia, che ci siano tre uomini sospetti, ripresi dalle telecamere a circuito chiuso mentre entravano nel settore arrivi passando da una zona priva di metal detector.

Tra i corpi, la polizia ha trovato sul luogo dell’attentato,  la testa di un uomo di aspetto arabo, di circa 30-35 anni, che potrebbe essere quella del kamikaze. Lo riferisce l’agenzia Interfax.