Home / esteri / Barcellona la roja, la causa è un’esplosione tossica

Barcellona la roja, la causa è un’esplosione tossica

Il cielo di Barcellona oggi si è colorato improvvisamente di rosso ma non è stato un fenomeno naturale spettacolare: molto meno romanticamente si è trattato dell’esplosione di prodotti chimici in un’azienda di Igualada, nei pressi della città. La Protezione Civile ha lanciato l’allarme per il livello preoccupante di tossicità nell’aria invitando le persone a non uscire di casa, a far rientrare i bambini e a tenere porte e finestre ben sigillate. Insomma massima allerta in una delle città più importanti e più popolate della Spagna. 

Due i feriti nell’esplosione: sono due operai dell’azienda che hanno inalato il gas tossico ma, sembra, in dosi non massicce da risultare preoccupanti per la loro salute. Fuori dall’azienda è accaduto qualcosa di strano e allarmante. In pochi minuti il cielo catalano è diventato rosso ma per fortuna a Barcellona per il momento non sono stati registrati danni a cose o persone. L’incidente è avvenuto questa mattina intorno alle nove. Le autorità assicurano che la situazione sarà tenuta costantemente sotto controllo in tutte le aree limitrofe per evitare rischi alla salute delle persone ma anche danni ambientali.

Alcuni testimoni hanno intanto diffuso in rete foto e video amatoriali che descrivono l’esplosione e documentano il cielo che si colora dall’arancione al rosso. Lo scenario ripreso è davvero apocalittico. Aspettiamo aggiornamenti dalla Spagna sperando che la situazione venga risolta nel più breve tempo possibile e soprattutto riducendo al minimo gli impatti. Nel frattempo le autorità sono anche impegnate a ricostruire le dinamiche dell’incidente per capire che cosa è successo esattamente. La notizia intanto riporta alla mente incidenti con risvolti tossici ben peggiori e riapre il dibattito sulla sicurezza di certi ambienti lavorativi in cui vengono usati prodotti chimici altamente inquinanti e potenzialmente tossici.Per quanto questo genere di fabbriche siano lontane dalla città il rischio di incidenti come quello avvenuto oggi resta comunque molto elevato.

 

 

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *