Home / esteri / Costa Rica: condannato guardone che riprendeva intimità di ragazze in minigonna

Costa Rica: condannato guardone che riprendeva intimità di ragazze in minigonna

Il giudice del tribunale di San Josè, la capitale del Costa Rica, è stato inflessibile e ha condannato l’uomo di 50 anni che era stata fermato nei giorni scorsi mentre riprendeva con il suo smartphone il lato B di tutte le giovani donne in minigonna che avevano la sfortuna di imbattersi in lui. Il guardone è stato praticamente colto sul fatto dagli agenti che si erano insospettiti per lo strano comportamento dell’uomo che sembrava giare a vuoto per le strade di San Josè tenendo il suo cellulare penzoloni nella mano destra.

E’ stato proprio questo comportamento ad insospettire gli agenti che, senza dare nell’occhio, si sono messi sulle sue tracce. Non c’è voluto molto ai gendarmi che sono intervenuti per capire che quell’uomo in realtà non stava affatto passeggiando ma era invece impegnato a riprendere le parti intime di tutte le donne in minigonna che incontrava.

Il trucco era abbastanza semplice. Senza dare nell’occhio il guardone si avvicinava, impugnava il cellulare con la mano destra e con la cam rivolta verso l’esterno, abbassava il braccio in corrispondenza del suo bacino e il gioco era praticamente fatto perchè senza che nessuno potesse sospettare di nulla, l’uomo filmava la camminata della donna finita nel mirino puntando direttamente sul lato B e sulle sue parti intime. Il pedinamento perverso continuava fin quando l’uomo non individuava una nuova preda oppure fino a quando alcuni segnali, magari di altri passanti, lo mettevano in allarme.

La strana andatura dell’uomo non è passata inosservata alla polizia che prima lo ha seguito, poi filmato e infine arrestato. Processato per direttissima, al guardane non è rimasto altro da fare che ammettere le sue colpe. Per la stampa locale il guardone non avrebbe saputo spiegare neppure le ragioni del suo comportamento. Ritenendolo pericoloso, il guardone costaricano è stato condannato dal giudice che non gli ha riconosciuto alcuna attenuante.