Egitto 24 morti durante manifestazione

10 ottobre 2011 07:510 commentiDi:

Un bilancio ufficiale, ma ancora provvisorio degli scontri avvenuti, ieri sera al Cairo, tra i Copti (i cristiani dell’Egitto) e l’esercito, è di 24 morti e oltre 200 feriti.  

Gli scontri tra dimostranti Copti e le forze militari egiziane, nel centro della capitale, sono i più cruenti dopo le ribellioni che hanno portato alla retrocessione del governo Mubarak. 

Le autorità del Cairo hanno decretato un coprifuoco dalle ore 02,00 alle 07,00 (00,00 – 05,00 GMT) per tentare di ristabilire l’ordine. Rafforzata anche la sicurezza intorno al Parlamento, alla sede del Consiglio dei Ministri e al museo archeologico del Cairo. 

La manifestazione durante la quale sono scoppiate le violenze, mirava a protestare contro l’incendio di una chiesa nel governatorato di Assuan.

Un giornalista dell’AFP ha visto le spoglie di 17 dimostranti all’ospedale dei Copti del Cairo. Uno di loro aveva il viso talmente deturpato da essere irriconoscibile, all’interno della struttura le famiglie delle vittime urlano di rabbia. 

Il primo ministro Essam Charaf afferma che l’Egitto è “in pericolo„. “La nazione è in pericolo, dopo questi eventi che riportano indietro nel tempo, anziché andare avanti per ricostruire uno Stato moderno basato su una sana democrazia”. Ha aggiunto. 

Charaf,  attraverso Facebook, ha richiamato i cristiani e i musulmani “alla moderazione e a non cedere agli appelli delle violenze”.

Ultimo aggiornamento 10 ottobre 2011 ore 09,50

Tags:

Lascia una risposta