Home / esteri / Giappone. Gestore centrale nucleare chiede scusa e indennizza le vittime

Giappone. Gestore centrale nucleare chiede scusa e indennizza le vittime

Giappone. Il gestore della centrale nucleare di Fukushima, Tepco,  risarcirà le vittime della catastrofe, già a partire dalla fine di questo mese. L’importo presunto che sborserà il gruppo si aggira sui 600 milioni di dollari (415 milioni di euro). Lo Stato giapponese, tuttavia, garantisce un aiuto finanziario. 

“Troppo grande per scomparire, ma non irresponsabile”. Questo è, in sostanza, il messaggio lanciato, oggi, dalle autorità giapponesi, dopo avere ingiunto la società Tokio Electric Power (Tepco) a risarcire le persone che sono state costrette a lasciare le loro abitazioni o a restarvi chiuse dentro per interminabili giorni. 

Fissata dal governo, questa compensazione raggiungerà la somma di 12.000 dollari (8.350 euro) per ciascuna famiglia e 9.000 dollari (6.250 euro) per ciascun individuo single. Sono circa 48.000 le case che sono state interessate dall’evacuazione, una stima quindi di 600 milioni di dollari (415 milioni di euro) che dovrà corrispondere il gruppo Tepco. 

Una cifra confermata anche dal responsabile della Tepco, il presidente Masataka Shimizu, che precisa tuttavia il carattere molto provvisorio di questo calcolo. In ogni caso i primi compensi alle famiglie partiranno dal 28 aprile, precisa Tepco. 

Tuttavia, la situazione per Tepco potrebbe diventare molto più critica, poiché dovrà tener conto anche  delle perdite subite dagli agricoltori, dai pescatori e di chiunque abbia avuto ripercussioni dovute all’incidente della centrale.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *