Iran prepara bomba nucleare

14 ottobre 2011 08:490 commentiDi:

Con le prove tra le mani, l’AIEA denuncia senza ambiguità il carattere militare del programma nucleare di Teheran. 

Una relazione completa e molto dura che abbia mai scritto l’Agenzia Internazionale dell’Energia Atomica sui progressi del programma nucleare iraniano. Rimasta per diversi anni nell’incertezza, quindi agendo con la dovuta prudenza, l’AIEA, in occasione del suo prossimo consiglio dei governatori previsto per il 17 novembre a Vienna, si prepara a denunciare tale programma militare, che mira a dotare l’Iran della bomba nucleare. 

Il carattere militare del programma iraniano è da tempo un segreto di Pulcinella, alimentato da fotografie satellitari, relazioni di esperti e confessioni di dissidenti. Ma l’agenzia dell’ONU, pur preoccupandosi delle attività di arricchimento dell’Iran, nel corso degli anni, perchè lo afferma soltanto ora? 

In primo luogo perché, nonostante la protesta politica che ha messo il regime sulla difensiva dal 2009, l’Iran continua nella sua rapida marcia verso la realizzazione della bomba, con l’installazione di nuovi forni e la costruzione di centrifughe aggiuntive, quindi l’attività di arricchimento sta facendo progressi. 


Niente di nuovo sotto il sole, dicono gli esperti che sono convinti che l’AIEA avrebbe battuto i pugni sul tavolo già da tempo, ma la partenza dell’egiziano Mohamed el Baradei nel 2009 a capo dell’AIEA, avrebbe, secondo gli esperti, permesso la libertà di parola agli specialisti dell’agenzia e di conseguenza l’arrivo di nuove informazioni, più professionali. Il patron dell’AIEA, in effetti, per lungo tempo era sospettato di minimizzare il programma nucleare iraniano.

Tuttavia il contesto diplomatico e geopolitico spiega anche il cambiamento di tono dell’AIEA. Le capitali occidentali sono convinte che bisogna  agire sul programma prima del 2012, anno di elezioni molto importanti. A Mosca, che si attende il ritorno di Putin alla presidenza, si potrebbe tradurre con un inasprimento della posizione russa nei confronti dell’occidente. Mentre tensioni si profilano al vertice della NATO, a Chicago sulla difesa antimissile, il potere russo potrebbe essere tentato, pensano i diplomatici, di giocare la carta iraniana per fare valere le sue posizioni. 

Articolo correlato: Iran attiva la sua prima centrale nucleare

Ultimo aggiornamento 14 ottobre 2011 ore 10,50






Tags:

Lascia una risposta