Home / esteri / ISIS nel mirino: i nomi dei boia da liquidare per gli USA

ISIS nel mirino: i nomi dei boia da liquidare per gli USA

L’ISIS è un nemico dai contorni vaghi per molte persone prese dalla paura ma non consapevoli di chi si ha di fronte veramente. Chi invece sembra avere gli obiettivi molto chiari su questo punto è il Pentagono che, secondo fonti interne, ha stilato da tempo la kill list, ovvero l’elenco completo dei leader facenti capo all’ISIS che vanno uccisi in ordine di massima priorità. Ufficialmente la lista ha carattere di segreto militare ma qualche nome è stato diramato da fonti non ufficiali ma vicine al Pentagono e reso noto dalla CNN. Alcuni di questi nomi sono molto noti soprattutto in quei paesi che l’Isis, con la complicità di altri paesi, sta devastando. E’ questo il caso della Siria di Assad che da 4 anni sta combattendo il terrorismo islamico.

Al primo posto della lista nera troviamo Abu Bakr al-Baghdadi, il califfo dell’autoproclamato Stato islamico. Ma scorrendo la lista si trova anche il nome di “Jihadi John”, meglio noto come Jalman al-Britani, il jihadista con l’accento inglese filmato mentre uccideva diversi ostaggi in Siria. Sono in tutto una dozzina i nomi dei bersagli. Barbara Starr, la giornalista affidata alle news dal Pentagono per la Cnn, ha spiegato che la lista non si concentra solo su persone più note come Jihadi John ma punta proprio essenzialmente ai capi dell’organizzazione per indebolirla alle radici. Servono le menti insomma prima ancora delle mani anche se sono mani di boia e la sete di vendetta è tanta. Secondo l’inviata la lista è nota agli funzionari da mesi ma ovviamente nel tempo è stata aggiornata per adeguarsi all’espandersi dell’organizzazione terrorista che ad oggi conta basi “in Libia, Egitto, Yemen, Afghanistan, Pakistan”. In questo arco di tempo peraltro alcuni dei leader ricercati sono stati uccisi durante i raid statunitensi. Insomma se per noi l’ISIS è incarnato da boia col la faccia coperta dal cappuccio, per il Pentagono i nemici da abbattere non solo hanno un volto ma anche un nome e un cognome.