Home / Curiosità / Lancette impazzite in Turchia: ora solare solo dopo elezioni

Lancette impazzite in Turchia: ora solare solo dopo elezioni

Nella notte tra il 24 e il 25 ottobre, abbiamo tutti spostato le lancette dei nostri orologi indietro di un’ora, dando il benvenuto alla tanto amata-odiata ora solare. Questo è successo più o meno in gran parte del mondo, tranne che in Turchia, dove il presidente Erdogan ha avuto la bella idea di spostare il cambiamento di orario a dopo le elezioni, che si terranno il 1° novembre, e quindi nel weekend dell’8 novembre. 

Quello che può sembrare uno scherzo, una barzelletta o una notizia di Lercio.it, non è altro che la pura realtà: non è un caso che i turchi stiano impazzendo in questi giorni, visto che, seppur il cambiamento di orario non sia stato ancora ufficializzato, i tablet, gli smartphone e i PC hanno naturalmente aggiornato l’orario a quello standard, con il risultato di generare un grande confusione nel Paese turco.

C’è chi cerca di sdrammatizzare con l’ironia, sfogandosi sui social network: “Siamo sincronizzati sulla particolare ora di Erdogan. Sfortunatamente, anche se lui può fermare il tempo, non può fermare gli orologi digitali che invece sono andati avanti. Perciò siamo tutti molto confusi”, ha scritto un utente su Facebook. Anche su Twitter si parte con l’ironia e per l’occasione è stato creato l’hashtag #saatkac, ovvero “che ora è“, diventato subito popolarissimo trend topic. “Per le prossime due settimane in Turchia vige l’Eest Erdogan Engineered Standard Time“, ha affermato un altro utente sul social dei cinguettii.

La rivoluzione delle lancette – impazzite – degli orologi non è tuttavia una novità in Turchia, visto che è già capitato in passato che la Turchia posticipasse i cambiamenti d’orario in vista di eventi ufficiali: tuttavia, oggi, con gli orologi digitali che si regolano automaticamente, il tempo in Turchia rischia di essere una variabile impazzita. Mandando letteralmente in confusione i turchi, i quali, ironia a parte, risultano già decisamente confusi.

Loading...