Home / esteri / Libia. Figli di Gheddafi chiedono al padre di ritirarsi

Libia. Figli di Gheddafi chiedono al padre di ritirarsi

Almeno due dei figli del dirigente libico, il colonnello Gheddafi, hanno proposto una transizione verso una democrazia costituzionale, che prevederebbe il ritiro dal potere del loro padre. Lo ha riportato, ieri, domenica, il quotidiano “New York Times”. 

Citando un diplomatico sotto copertura dell’anonimato ed un responsabile libico informati sul progetto, il giornale americano segnala che la transizione sarebbe controllata da uno dei figli di Gheddafi, precisamente da Saif al Islam el Gheddafi. 

“Times”, tuttavia,  non precisa se il rais, 68 anni, sottoscriverà tale proposta sostenuta dai suoi figli, Saif e Saadi el Gheddafi. Ma una persona vicina ai suoi figli ha segnalato che il padre sembra essere d’accordo, prosegue il giornale. 

I due figli “vogliono andare avanti per apportare notevoli cambiamenti al paese”, tutto ciò senza il loro padre al potere, aggiunge Times, citando una fonte prossima a Saif e a Saadi. 

Secondo il  “New York Times”, la proposta di una transizione da parte dei due figli di Gheddafi, potrebbe tradursi in una differenza di vedute col colonnello Gheddafi, modi di pensiero diversi, che esistono da lungo tempo tra i figli e il rais Gheddafi. 

Mentre Saif e Saadi hanno frequentato scuole  occidentali, gli altri due figli di Gheddafi, Khamis e Mutuassim sono considerati come i partigiani della dittatura. 

Khamis Gheddafi è a capo di una milizia pro-governativa, quanto a Mutuassim, consulente della sicurezza nazionale, è considerato in competizione con Saif  in merito alla successione a loro padre, Muammar Gheddafi.

Loading...