Libia Gheddafi gioca a nascondino

7 settembre 2011 11:000 commentiDi:

Nonostante l’avanzata militare dei ribelli verso il sud della Libia, Muammar Gheddafi resta introvabile. Le voci si differenziano sempre più sui luoghi dove potrebbe nascondersi la guida. 

Dove si trova il colonnello Gheddafi? La questione preoccupa la ribellione che vuole porre un fine al rais. Finché non verrà catturato, alcuni ribelli ritengono che la vittoria non sia completa. Allora, cercano ovunque instancabilmente, inseguendo ogni più piccola traccia. E tutto lascia pensare che Gheddafi abbia lasciato la città di Bani Walid e si stia dirigendo verso il sud, magari verso il Ciad o il Niger, con l’aiuto di tribù lealiste. 

Hisham Buhagiar che coordina le ricerche dell’ex dirigente libico, ha dichiarato che secondo alcune informazioni, Gheddafi avrebbe potuto trovarsi tre giorni fa, nella località di Ghat, 950 km a sud di Tripoli e a 300 km a nord del confine col Niger.  

Bani Walid assediata dalle forze del Consiglio Nazionale di Transizione da diversi giorni, è situata a 150 km a Sud-Est di Tripoli. 

Muammar Gheddafi fuggito da Tripoli alla fine dello scorso agosto, sei mesi dopo l’inizio della rivolta contro il suo regime, viaggerebbe a bordo di un convoglio di una decina di veicoli, utilizzando una tenda per ripararsi, ha aggiunto Hisham Buhagiar. 

E’ sempre in Libia? 

Avrebbe potuto attraversare la frontiera? Il passaggio di un imponente convoglio di veicoli civili e militari provenienti dalla Libia in direzione Agadez, una città al nord del Niger, ha alimentato le dicerie su una potenziale fuga dell’ex-leader libico Gheddafi. A Tripoli, le nuove autorità hanno confermato che circa 200 vetture sono transitate verso il Niger. Ma il ministro nigeriano degli Esteri, Mohamed Bazoum, afferma che si è trattato solo “di un piccolo gruppo„ del quale il rais  non faceva parte e aggiunge: “Gheddafi rappresenterebbe un vero problema per il Niger„. 

Gli Stati Uniti “sono convinti„ che Gheddafi non fosse nel convoglio, ha commentato, ieri, il portavoce del dipartimento di Stato americano, Victoria Nuland, che aggiunge: “Non abbiamo alcun elemento, che fa pensare, che Gheddafi sia altrove e non in Libia”. 

Dall’entrata dei combattenti del CNT nel suo Quartier Generale, avvenuta il 23 agosto, a Bab al-Aziziya, Tripoli, Gheddafi ha lanciato una serie di appelli alla resistenza, attraverso messaggi audio, mentre le sue ultime immagini risalgono al 12 giugno. 

Mentre al telefono con la tv araba Al Jazeera, il portavoce dell”ex dittatore, Ibrahim Moussa, ha garantito che il colonnello “gode di ottima salute e le sue forze militari sono ancora potenti. Si trova in un luogo assolutamente protetto e inaccessibile”. “Lui combatte dentro„ ha aggiunto. 

In questi ultimi giorni, il capo negoziatore dei ribelli, Abdullah Kenchil, aveva dichiarato che le forze pro-Gheddafi a Bani Walid erano costituite da circa 50 uomini “molto ben armati„. 

Sul fronte orientale di Sirte, regione indigena dell’ex-dirigente, scontri violenti di artiglieria hanno provocato una vittima e tre feriti delle forze CNT e almeno un morto e diversi feriti tra le forze lealiste. 

Il nuovo regime ha annunciato di trovarsi ora a circa 80 km da Sirte. La situazione è tranquilla sul fronte occidentale. La Nato prosegue coi suoi raid, in particolare nelle zone circostanti a Sirte.

Articolo correlato: Gheddafi in fuga verso il Niger 

Ultimo aggiornamento 07 settembre  2011 ore 13,00

Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta