Libia trovate armi chimiche di Gheddafi

31 ottobre 2011 09:280 commenti

Il primo ministro del governo provvisorio in Libia ha confermato, ieri, la presenza di armi chimiche nel paese ed ha annunciato che sono in arrivo ispettori esteri per le dovute verifiche. 

Mahmoud Jibril ha inoltre dichiarato che la Libia non è affatto intenzionata a conservare tali armi. 

La scorsa settimana, Ian Martin, Consigliere speciale del Segretario Generale che si occupa di Pianificazione post-conflitto per la Libia, aveva dichiarato ai membri del Consiglio di sicurezza, la presenza, sul territorio libico, di siti di armi chimiche non dichiarate. 


Durante la missione aveva manifestato la sua preoccupazione di fronte all’ordine e al controllo di questi luoghi nei quali vengono celati materiali chimici e nucleari.

Jibril che ha annunciato le sue dimissioni nel momento della formazione di un nuovo governo, non ha fornito alcun dettaglio relativo a queste armi chimiche, precisando che sull’inchiesta erano preposte le organizzazioni internazionali. I rappresentanti dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica dovrebbero raggiungere i luoghi al più tardi entro questa settimana. 

In seguito, attraverso accordi Russia e Onu verrà deciso  se richiedere alle autorità libiche di distruggere questi stock di armi chimiche, in coordinamento con le autorità internazionali. 

Ultimo aggiornamento 31 ottobre 2011 ore 10,28






Tags:

Lascia una risposta