Morto Gore Vidal

1 agosto 2012 10:260 commenti

Addio Gore Vidal. Il celebre scrittore e sceneggiatore statunitense è morto ieri all’età di 86 anni.

A diffondere oggi la notizia, annunciata dal nipote di Vidal, Burr Steers, è stato il Los Angeles Times. Lo scrittore è deceduto nella sua casa di Los Angeles a causa di complicazioni legate a una polmonite.

Con Gore Vidal scompare uno dei pilastri della letteratura americana che riuscì giovanissimo a scandalizzare l’America: a soli 22 anni, nel 1948, fu il primo a parlare apertamente di omosessualità nel suo romanzo (quasi autobiografico) La Statua di Sale, su un giovane che scopre la propria omosessualità. Scrittore (in carriera ha pubblicato 25 romanzi), drammaturgo, sceneggiatore, Vidal è stato uno dei protagonisti della cultura statunitense degli ultimi 50 anni, ricordato dalla verve polemica e irriverente. Negli anni Cinquanta e Sessanta si dedicò alla scrittura per il teatro, fu autore delle sceneggiature di classici hollywoodiani come Improvvisamente l’estate scorsa (1959) di Joseph Mankiewicz e di Ben Hur (1959) di William Wyler. Nel1972 interpretò se stesso in un piccolo cameo nel film Roma di Federico Fellini.

Spirito sagace e ironico, Vidal è stato fortemente critico nei confronti dell’amministrazione Bush e destò scalpore per la sua visione critica sugli attacchi dell’11 settembre, a suo dire, pilotati dai servizi segreti americani. Vidal aveva vissuto per oltre 30 anni in Italia con il suo compagno, Howard Austen, nella celebre villa La Rondinaia di Ravello. Dopo la morte del compagno, nel 2005, era tornato a vivere a Hollywood.

Tags:

Lascia una risposta