Nucleare Iran Gran Bretagna pronta a intervenire

14 novembre 2011 14:030 commenti

Il ministro britannico degli Esteri, William Hague, ha annunciato, oggi, che non prevede e nemmeno sollecita un’azione militare contro l’Iran, accusata di utilizzare il suo programma nucleare a scopi bellici. Ma ritiene che “nessuna opzione debba essere esclusa„ contro Teheran. 

Il programma nucleare iraniano preoccupa. L’ultima relazione dell’Agenzia internazionale dell’energia atomica (AIEA), della scorsa settimana, ha creato un effetto bomba. Poiché parla “di serie preoccupazioni  che riguardano una possibile dimensione militare del programma nucleare iraniano„. Un’evenienza che suscita ansia su scala internazionale. 

La dichiarazione pronunciata dal ministro britannico a Bruxelles, è stata aggiunta alle opzioni dei suoi omologhi europei, che chiedono nuove sanzioni contro l’Iran. Tuttavia il parere di Hague non è condiviso da tutti. Il vice cancelliere tedesco, Guido Westerwelle, infatti, ha respinto qualsiasi dibattito su possibili azioni militari contro l’Iran. “Sanzioni più rigorose sono inevitabili se l’Iran continua a rifiutare di cooperare con l’AIEA, ma noi non partecipiamo ad alcuna discussione mirata ad interventi militari. Riteniamo che tali dibattiti siano controproducenti e li rigettiamo„, ha ribadito Westerwelle a Bruxelles. 


Il mondo è unito 

Dal 2007, l’ONU ha inflitto all’Iran quattro tipi di  sanzioni economiche e finanziarie. Catherine Ashton, l’alto rappresentante per la politica estera dell’U.E. ha comunicato “la forte preoccupazione„ degli europei “a proposito di ciò che è stato scoperto„ dall’AIEA. 

“La Comunità internazionale è unita di fronte al programma nucleare dell’Iran„, ha garantito, invece  il presidente americano Barack Obama. Tuttavia, la Russia e la Cina sembrano ostili a nuove sanzioni contro Teheran. Ma “ora, il mondo è unito e l’Iran è solo„, si rallegra Obama, il quale ha inoltre  garantito che gli Stati Uniti si incontreranno con i vertici di Mosca e Pechino, entro le prossime settimane per esercitare una pressione supplementare sull’Iran. 

Articolo correlato: Si teme terza guerra mondiale sempre più vicino attacco di Israele su Iran

Ultimo aggiornamento 14 novembre 2011 ore 15,03






Tags:

Lascia una risposta