Obama spiega alla nazione l’offensiva aerea contro l’Is [video]

11 settembre 2014 13:510 commenti

Il presidente Obama ha fatto un discorso in diretta alla nazione per illustrare l’offensiva che intende lanciare contro lo Stato Islamico in Iraq e in Siria, un territorio dove gli States, finora, non erano intervenuti.
Per Obama, questa operazione militare creerà problemi diplomatici con il paesi vicini a quelli in cui è necessario indebolire e poi distruggere il terrorismo. Immediata la solidarietà della Francia mentre l’Italia continua a temporeggiare. I ribelli siriani che si oppongono al regime di Assad, intanto, hanno trovato sostegno da parte dell’Arabia Saudita.

Obama pronto ad autorizzare gli attacchi aerei in Siria

Quello che Obama ha spiegato agli americani è che gli USA stanno per guidare una coalizione internazionale contro l’Isis che rappresenta una minaccia terrorista. Sarà una campagna senza sosta finalizzata alla distruzione dello Stato Islamico, ovunque esso sia. Per questo proprio nell’anniversario delle Twit Tower, distrutte dagli uomini di Bin Laden, il presidente americano torna a parlare di ciò che terrorizza gli americani.


L’America s’impegna anche a sostenere militarmente l’opposizione siriana, senza fidarsi di Assad che terrorizza il suo popolo. In un altro passaggio del suo discorso Obama ha ribadito che non intende assimilare l’ISIS all’Islam ma bisogna combattere con forza e risolutezza contro la minaccia terrorista dello Stato Islamico.

Non sono mancati momenti autocelebrativi: il presidente Obama, infatti, ha ricordato che l’America ha già ottenuto diversi successi contro il terrorismo, per esempio è stato ucciso Osama bin Laden considerato leader di al Qaeda ed è stato ucciso anche al Shabaad in Somalia.

Una foto di Obama fa il giro del mondo

Tags:

Lascia una risposta