Olanda vieta l’ingresso ai turisti nel coffee shop

30 aprile 2012 09:470 commenti

È diventato legge quanto era stato annunciato già da anni: sembra proprio che entro breve i coffe-shop olandesi saranno chiusi ai turisti. Le restrizioni dovrebbero entrare in vigore già dal 1 maggio, per ora in tutte le province al confine con Belgio e Germania e in tutto il resto del paese a partire dal 2013, includendo da subito 3 province olandesi, tra cui l’Aja per estendersi l’anno prossimo anche ad Amsterdam.

In pratica ai coffee shop potranno avere accesso solo i residenti in Olanda che saranno dotati di una specifica cannabis card che consentirà loro l’accesso.

I coffee shop, rinomati un po’ in tutto il mondo, sono locali cui è possibile acquistare e consumare legalmente droghe leggere, attrattiva che senza dubbio ha contribuito a rendere l’Olanda un luogo alquanto ambito come meta turistica. Qualche tempo fa una corte distrettuale olandese ha respinto il ricorso presentato dai proprietari di alcuni coffee-shop contro le restrizioni che dovrebbero entrare in atto: secondo la Corte dell’Aja non si tratta di una legge discriminatoria che consentirà invece di contrastare la crescente criminalità legata proprio allo spaccio legalizzato di droga ai turisti.

COLTIVAZIONE DI CANNABIS IN SPAGNA CONTRO LA CRISI ECONOMICA

Di ben altro avviso sono i 700 gestori  dei locali che hanno parlato soprattutto di una legge con risvolti politici. Il governo di centrodestra del primo ministro Mark Rutte aveva già approvato la legge che cambierà anche la struttura stessa dei coffee shop destinati  a diventare circoli privati con al massimo 2.000 membri, necessariamente residenti in Olanda e maggiorenni.

Tags:

Lascia una risposta