Orfanotrofio del terrore 27 bambini morti in due anni

16 ottobre 2011 06:480 commenti

Le autorità russe stanno indagando un orfanotrofio della regione siberiana di Kemerovo dove sono morti una trentina di bambini, per denutrizione o soffocamento da cibo.

Presso l’istituto che si trova precisamente a Miski, una località della regione siberiana di Kemerovo, sono ricoverati circa 400 minori con malattie congenite che impediscono loro di muoversi o di mangiare autonomamente.

Tuttavia in questi ultimi due anni e mezzo sono morti  27 bambini, inoltre dalle casse dell’orfanotrofio sono spariti 670 mille rubli (16 mila euro), soldi elargiti dallo Stato e destinati per l’assistenza dei piccoli ospiti.


La procura, ora, ha aperto un’inchiesta e il direttore dell’istituto è indagato con l’accusa di negligenza colposa e abuso di potere.

L’indagine è partita dalla morte per denutrizione di un bambino di 11 anni che pesava solo 10 chili.

“Fino ad ora abbiamo visto bambini in tali condizioni solo nei documentari dei campi di concentramento nazisti”, ha annunciato indignato il procuratore Oleg Zaratovski, al giornale “La Pravda”.

Dei 27 decessi avvenuti, i risultati delle autopsie, indicano che 11 bambini sono morti per soffocamento da cibo. Le infermiere somministravano alimenti per via orale anche a quei piccoli che dovevano essere alimentati attraverso un sondino.

Ultimo aggiornamento 16 ottobre 2011 ore 08,48






Tags:

Lascia una risposta