Home / esteri / Power Ranger assassino: Ricardo Medina Jr arrestato, la ricostruzione

Power Ranger assassino: Ricardo Medina Jr arrestato, la ricostruzione

L’ex Star Ricardo Medina Jr. famoso per aver interpretato il Red Ranger in Power Rangers è stato arrestato.  L’attore, secondo le ricostruzioni fatte dalle autorità della contea di Los Angeles, avrebbe ucciso con una spada un suo coinquilino: Joshua Sutter.

Ricardo Medina, “Red Range” nel 2002 in Power Ranger Wild Force e “Deker”nel 2011 in Power Rangers Samurai, ha 36 anni ed è stato condotto in carcere ieri 1 Febbraio per la morte di Joshua Sutter.

Sabato pomeriggio i due amici hanno avuto, secondo gli investigatori del caso, una discussione vivace degenerata in rissa. Ricardo Medina si è poi chiuso nella sua camera da letto con la sua fidanzata. Sutter sarebbe entrato con forza nella sua camera e avrebbe instillato l’attore, che a quel punto ha preso la spada posta dietro alla porta e avrebbe colpito la vittima vicino all’addome. L’attore non è scappato, ma al contrario ha chiamato subito i soccorsi, che però non sono riusciti a far niente, visto che il signor Sutter era già morto. Insomma una scena quasi da film quella che si è realizzata sabato pomeriggio nella casa di Ricardo Medina.

Attore di origini portoricane , Ricardo Medina Jr, era figlio del pugile Medina Ricardo e nella sua infanzia ha praticato molti sport, come arti marziali, hockey, pugilato e calcio. Amante anche dei cani, in particolare il cane da pastore tedesco. Nella sua carriera oltre alla famosa serie tv Power Rangers, ha anche interpretato ruoli in ER, CSI: Miami, Kept, Confessions of a Pit Fighter, Bad Blood, Witchcraft e Parasomnia.

Ma le arti marziali lo hanno sempre affascinato molto, tanto da portalo poi a interpretare  personaggi ideali come quelli della serie Power Range. Ma questa volta questa passione lo ha travolto, facendoli vivere una realtà non molto piacevole. Attualmente si trova in carcere, in attesa di giudizio. Una rissa trasformata in omicidio è la scena che si è presentata agli investigatori Sabato pomeriggio scorso. Adesso non resta che stabilire la pena, perché la colpa è chiaramente dell’attore.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *