Pussy Riot cosa sono e cosa fanno

21 agosto 2012 17:260 commenti

Pussy Riot, un nome che ultimamente riecheggia molto spesso dalle pagine dei giornali e dalle televisioni. Quello che trapela dalla stampa è che si tratta di tre ragazze che formano una band punk cha ha dato il via ad un forte caso mediatico sulla libertà di espressione. Le tre infatti, sono state arrestate per il flash mob nella chiesa ortodossa di Mosca, in cui hanno protestato contro Putin e la sua politica con delle canzoni molto esplicite.

Le Pussy Riot che ci ha fatto conoscere la stampa sono in realtà solo una piccola parte di un movimento più ampio, che si ispira ai movimenti punk rock di protesta dell’America e dell’Inghilterra degli anni Novanta. Il gruppo è formato da un collettivo che raggruppa circa 25 persone, ognuna delle quali ha uno specifico ruolo nell’organizzazione e nella promozione delle varie performance di protesta contro la politica russa e in particolar modo contro le politiche anti femministe.


FEMEN NUDE DAVANTI AL PAPA

Il gruppo nasce lo scorso agosto come derivazione di Voina, il collettivo artistico noto per aver organizzato il Fuck for the heir Puppy Bear, una performance sessualmente esplicita al Museo Biologico di Mosca contro Dmitry Mednedev, l’uomo considerato l’erede di Putin, al quale presero parte.

Le Pussy Riot si inseriscono, quindi, in un più generalizzato movimento di protesta che è nato in questi ultimi anni nei paesi del blocco dell’ex Unione Sovietica, che si scaglia contro le politica tradizionale chiedendo, con ogni mezzo possibile, un rinnovamento verso la democrazia, che, oltre al già citato Voina, comprende anche le Femen.






Tags:

Lascia una risposta