Resti umani nel bosco della Regina Elisabetta

3 gennaio 2012 18:170 commenti

Potrebbe essere un’indagine degna di Hercule Poirot o di Sherlock Holmes, invece, sfortunatamente, non si tratta di un caso nato dalla fantasia di Agatha Christie o Sir Arthur Conan Doyle.

È giallo in Inghilterra: nel bosco della residenza reale di Sandringham, a Norfolk, sono stati ritrovati resti umani. L’ispettore Jes Fry, che si occupa delle indagini, ha reso noto che il corpo ritrovato apparteneva a una donna anche se al momento non si conoscono altri particolari.


In ogni caso il ritrovamento è stato classificato come omicidio e le indagini si stanno concentrando anche su altri omicidi compiuti nel Paese in questi giorni per poter trovare qualche collegamento. Il corpo era stato ritrovato domenica pomeriggio, 1 gennaio, grazie al fiuto di un cane di un passante, che ha provveduto ad avvertire subito la polizia. Il cadavere, ritrovato nei boschi di Anmer, un piccolo borgo a circa 5 chilometri di distanza da Sandringham House, si trovava nel luogo da diverso tempo, e solo nei prossimi giorni l’esame autoptico potrà  fornire maggiori dettagli sulla causa della morte.

Tuttavia l’indagine si profila alquanto complessa secondo le dichiarazioni di Fry, per il momento e per facilitare le indagini, l’area è stata isolata dalla polizia.

Proprio nella residenza reale di Sandringham, di proprietà della Corona dal 1862, la famiglia reale sta trascorrendo queste festività natalizie.

Ma il giallo non ha indotto la regina Elisabetta e consorte ad abbandonare la residenza, nonostante queste vacanze tumultuose, come il ricovero urgente di Filippo, avvenuto circa due settimane prima.

La Reggia di Sandringham dispone di una tenuta di 800 ettari ed era la casa di campagna preferita di Re Giorgio V (nonno della Regina).






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta