Serbia-Kosovo interviene la Nato

28 luglio 2011 14:210 commentiDi:

Crisi Belgrado-Pristina. La Nato ha preso il controllo di due valichi di frontiera nel Nord del Kosovo, al confine con la Serbia, oggetto di attacchi da parte di estremisti serbo-kosovari.

I militari della Nato “hanno preso il comando e la responsabilità dei valichi di Jarinje (ieri data alle fiamme) e Brnjak” e ora la situazione “è generalmente calma, con alcune tensioni occasionali”, informa la Kfor.


Militari francesi e americani della forza Nato hanno preso il controllo delle due frontiere in seguito agli attacchi incendiari da parte di circa 200 serbi armati di bombe incendiarie, nella notte tra mercoledì e giovedì. Lo ha annunciato un portavoce della stessa Nato.

Ai due posti di frontiera è stato instaurato un regime molto rigoroso, ciò consente il passaggio solo ai “piccoli veicoli privati”, mentre sarà posto un divieto di transito a tutti i camion, che potrebbero trasportare armi o altro materiale vietato.

I valichi di Jarinje e di Brnjak sono diventati causa di tensioni tra Belgrado e Pristina, nel momento in cui le autorità kosovare vi hanno dispiegato, lunedì sera, unità speciali di polizia per far rispettare l’embargo commerciale di prodotti serbi, suscitando l’ira dei serbi del nord del Kosovo, maggioritari nel territorio.

Ultimo aggiornamento 28 luglio 2011 ore 16,20






Tags:

Lascia una risposta