Sito della Cia oscurato dagli hacker

11 febbraio 2012 13:480 commenti

L’inespugnabile sito internet della Cia in realtà non può definirsi come tale e infatti è stato bloccato per un attacco informatico operato dal gruppo di hacker Anonymous. Con sole tre parole, “CIA TANGO DOWN” il gruppo ha rivendicato l’attacco con un post su Twitter.

Il sito della CIA, Central Intelligenze Agency, l’agenzia di spionaggio per gli esteri degli Stati Uniti, è risultato inaccessibile per diverse ore e completamente oscurato a causa delle numerose richieste di accesso che sono state inviate contemporaneamente dal collettivo anonimo.


Il portale risulta di nuovo accessibile, ma il portavoce della Cia non ha voluto commentare in alcun modo la notizia, ma non è certo la prima volta che accade qualcosa del genere. Già a gennaio, la chiusura di MegaUpload (il più grande contenitore di musica e film che potevano essere scambiati dagli utenti) da parte dell’Fbi, aveva scatenato un’azione di rappresaglia da parte degli hacker che avevano immediatamente messo fuori uso il sito web del Dipartimento di Giustizia, dell’Fbi e della Universal Music.

E anche da noi durante lo scorso anno, il gruppo italiano di Anonymous ha buttato giù i siti numerosi siti, dal Pdl (Popolodellaliberta.it e Governoberlusconi.it), al sito del governo italiano, dai portali della Camera e del Senato, ai portali del Parlamento e di Mediaset. Solo pochi giorni fa Anonymous era riuscito ad entrare in alcuni server del governo siriano rendendo pubbliche le mail del leader Bashar Al Assad e ha già annunciato imminenti attacchi contro lo Stato di Israele, loro prossimo obiettivo.






Tags:

Lascia una risposta