Home / esteri / Texas: ladra di morti beccata e sputtanata sul web e ora è sdegno

Texas: ladra di morti beccata e sputtanata sul web e ora è sdegno

Cresce lo sdegno per quello che è avvenuto alcuni giorni fa in una camera mortuaria di una clinica di Odessa, in Texas, dove sul povero corpo di una vecchietta si è accanita con ferocia una donna di mezza età che alla fine è riuscita a staccare dal dito della defunta un grosso anello. Tutto è avvenuto sotto l’occhio vigile delle telecamere di sorveglianza ubicate proprio nella sala mortuaria. Il video della predazione è poi finito sui social accompagnato da insulti di ogni tipo per quella sciacalla che non ha avuto alcuna pietà nel togliere alla povera vittima quell’anello che per lei aveva un grande valore affettivo.

La ladra è stata identificata successivamente dagli agenti di polizia e la stampa di Odessa ha rivelato che si trattata addirittura di una dipendente della struttura in cui era ricoverata la donna che poi è venuta a mancare. Una persona, quindi, di cui in teoria ci si dovrebbe fidare ma solo sulla carta evidentemente.

Sdegnato il commento dei congiunti della donna derubata per quello che è avvenuto. I nipoti della signora Lois Hicks, questo il nome della vittima, infatti, hanno dichiarato che mai e poi mai avrebbero potuto pensare che non si avesse rispetto neppure per le persone morte.

Il bottino del furto è stato decisamente scarso. Quel grosso anello che a prima vista sembrava un prezioso di valore inestimabile, infatti, era solo un pezzo di plastica molto ben lavorato e capace di trarre in inganno anche l’occhio della ladre. In pratica quindi, chi ha compito quest’anno ignobile si è ritrovato sputtanato sul web e con in mano qualcosa che non vale praticamente nulla. Un giusto contrappasso, commentano molti utenti, che ben gli sta a chi non si è fermato neppure dinanzi alla morte agendo pochi istanti prima che il corpo del defunto venisse chiuso in una bara.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *