Ucciso in un attentato ex presidente afghano

20 settembre 2011 18:150 commenti

“Sì, è morto”, ha dichiarato in lacrime al telefono un alleato politico del presidente dell’Alto Consiglio per la Pace dell’Afghanistan, Burhanuddin Rabbani, 71 anni. 

C’è stato un attentato suicida nella via dove abita Rabbani”, ha confermato un portavoce della polizia afghana, Hashmat Stanikzai. L’attentato ha avuto luogo nella via dove risiede Rabbani, situata in un lussuoso quartiere sede di numerose ambasciate, dove mercoledì scorso, diversi  kamikaze talebani avevano eseguito una serie di attentati terroristici. 

L’ex presidente Rabbani, un leader storico della resistenza all’invasione sovietica negli anni 1980, presiedeva l’Alto Consiglio per la pace (HCP), creato nell’ottobre 2010 per il presidente Hamid Karzai per ristabilire i contatti con gli insorti al fine di porre fine alla guerra. 


Ma i ribelli che hanno guadagnato terreno in questi ultimi anni, a dispetto dei rinforzi occidentali, sono rimasti sordi agli appelli di pace di Karzai, respingendo ogni dialogo con lui fino a quando i 130.000 militari stranieri che lo sostengono, non avranno lasciato il paese.  

Alcuni responsabili occidentali, tuttavia, hanno dichiarato che recentemente sono seguiti alcuni incontri  preliminari in attesa di negoziati di pace con gli emissari talebani.   

Articolo correlato: Kamikaze afghani attaccano Quartier Generale Nato

Ultimo aggiornamento 20 settembre 2011 ore 20,15  






Tags:

Lascia una risposta