Vive meno di 4 ore ma tutti i suoi desideri sono realizzati

11 ottobre 2014 10:300 commenti

Jenna e Dan sono una coppia di Philadelphia. Al terzo mese di gravidanza hanno scoperto che il loro bambino era anencefalitico. Hanno deciso di fare tutto quello che sarebbe potuto piacere al piccolo Shane che è morto tra le braccia della madre dopo 3h45′ di vita.

Quella di Michael Shane Haley è una storia molto triste che sta commuovendo l’America ed è stata documentata interamente dal web, attraverso la pagina Facebook Prayers for Shane.

Il bambino ha vissuto soltanto 3 ore e 45 minuti ma i genitori sapevano che sarebbe andata così. Il loro bambino era affetto da anencefalia, una malattia che impedisce la formazione del cervello. Lo sapevano dal terzo mese ma Jenna ha deciso di portare a termine la gravidanza.


La coppia ha deciso di farsi forza e ha pensato ad esaudire tutti quelli che potevano essere i desideri del loro bambino: hanno viaggiato nei posti più belli degli Stati Uniti, hanno documentato il loro viaggi, hanno realizzato scritte e album per Shane e gli hanno perfino preparato la stanza da letto, per dargli la migliore delle accoglienze.

Giovedì mattina il bambino è nato ma la sua vita è stata brevissima. Ha vissuto sempre in braccio alla madre e al padre. È morto insieme alle persone che lo hanno sempre amato, dopo aver ricevuto il battesimo. Sono state pubblicate nel frattempo delle foto del neonato. Bellissime, poi l’annuncio straziante:

“Shane ha vissuto la sua intera vita tra le braccia di persone che lo hanno amato incondizionatamente. Non si può chiedere una vita più bella. Sarà per sempre il nostro piccolo miracolo”.

Quali genitori sarebbero in grado di soffrire e gioire allo stesso modo?






Tags:

Lascia una risposta