Home / Fatti curiosi della vita / Da 35 anni ruba le monete dalla fontana di Trevi a Roma

Da 35 anni ruba le monete dalla fontana di Trevi a Roma

Fontana di Trevi: le monete finiscono nelle tasche di un ladro un po’ curioso.

Un uomo, Roberto Cercelletta, soprannominato D’Artagnan, quotidianamente entra all’interno della fontana di Trevi a Roma e preleva spudoratamente tutte le monete che vengono lanciate in acqua da milioni di turisti che esprimono un desiderio che la tradizione vuole che si avvererà.

I soldi lasciati dai generosi visitatori della capitale, quindi, dovrebbero andare a finire nelle casse delle organizzazioni “no profit”.

D’Artagnan però, è stato pizzicato dalle iene di Italia 1, il cui video è andato in onda ieri sera, nel quale si poteva notare il ladro di monetine che, con tutta tranquillità e assoluta non curanza, per lo più davanti a due agenti di polizia municipale, prelevava, senza alcuna autorizzazione, i soldi destinati a scopi di beneficenza. Il denaro dovrebbe raccoglierlo la Caritas per poi riversarlo ai poveri.

Ogni settimana, il tesoro che viene trovato nella fontana di Trevi non è mai inferiore ai 14.000 euro.

E’ da circa 35 anni che Roberto Cercelletta, ruba questa manna finanziaria per vivere. L’uomo è conosciuto ed è stato arrestato più volte e poi rilasciato.

Il servizio trasmesso da “Le iene” oltre alla malefatta del ladro pubblico ci ha fatto osservare l’azione illegale svolta con “nonchalance” sotto gli occhi di agenti di polizia municipale, rimasti imperterriti a guardare. Pare, tuttavia,  che a seguito della diffusione di questo servizio, i due agenti siano stati sospesi.

Mentre Roberto Cercelletta è ritornato alla fontana, ma questa volta in segno di protesta, a torso nudo si è arrampicato sul monumento e si è ferito con una lama sull’addome. Un poliziotto, poi, l’ha soccorso aiutandolo a scendere, sotto gli applausi della folla.

Loading...