Home / Fatti curiosi della vita / Invasione di volpi a Londra

Invasione di volpi a Londra

volpe rossa

Sabato scorso è stata una giornata particolarmente calda ad Hackney,  un quartiere londinese, a nord-est della capitale.

I coniugi Koupparis pertanto, hanno deciso di lasciare aperta la porta-finestra del loro giardino, in tarda serata, mentre guardavano la tv, nel loro soggiorno al piano terra. 

Ma, ad un certo punto della serata, verso le ore 22.00 circa, si sono sentite delle urla strazianti provenire dalla camera da letto, dove stavano dormeno le loro due figlie, due gemelle di nove mesi. 

La madre subito accorsa al piano sopra, ha trovato le  due bambine coperte di sangue e accanto a loro, una volpe, che non si è affatto spaventata dalla sua presenza. 

Le  piccole sono state subito trasportate al vicino ospedale, presentavano ferite da morsi sul viso e sulle braccia,  oggi le loro condizioni risultano stabili.  

La notizia è veramente sorprendente ed evidenzia l’allarmante aumento di volpi nelle città della Gran Bretagna. 

La madre delle piccole gemelle ha promesso di sensibilizzare l’opinione pubblica, affinché le autorità britanniche,  affrontino il problema, che non è da sottovalutare. 

Un appello da parte del sindaco di Londra, Boris Johnson,  promette di mettere in atto, ogni mezzo di controllo, nei vari quartieri della capitale, per risolvere il problema. 

“Le volpi sono belle da vedere,  dolci e amichevoli peluches, ma sono pur sempre animali  famelici e parassiti”, ha dichiarato Boris Johnson. 

I primi avvistamenti di questi animali, le volpi rosse,  nelle città inglesi risalgono agli anni ‘40. 

Fino al 1980, i diversi comuni britannici hanno cercato di eliminarli, con le armi e con le  trappole, ma  senza successo. 

Da allora, gli esperti stimano che oltre 30mila esemplari  di questi canidi selvatici,  vivono in città, tra cui 10mila solo a Londra, le volpi ormai si sono abituate a vivere nelle metropoli e non temono assolutamente l’uomo. 

Ovviamente le volpi sono molto più numerose nei distretti residenziali di Londra, dove possono nutrirsi  frugando nei bidoni della spazzatura, riuscendo poi a nascondersi, durante il giorno, negli angoli dei giardini. 

Tuttavia con la presenza dei numerosi  parchi e spazi verdi nella capitale, questi animali, sono anche presenti nel cuore della città. Uno di loro è stato addirittura vistato ad Oxford Street. 

Per Peter Crowden, presidente dell’associazione alla lotta contro questi animali selvatici, “la situazione è ormai fuori controllo e non può essere risolta con una strage di massa”. 

L’Associazione per la Protezione Animali, invece,  si ribella,  “gli incidenti sono estremamente rari e non bisogna cedere alla psicosi. Sono stati identificati solo due attacchi da parte delle volpi contro i bambini, davanti ai 5200 britannici azzannati dai cani, rappresentanti il migliore amico dell’uomo. 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *