Inventa morte della figlia per andare in Costa Rica

10 gennaio 2012 08:040 commenti

Alla fantasia non c’è davvero limite, ne sa qualcosa la Corte Criminale di Manhattan che dovrà giudicare presto un’insegnante 58enne di New York che ha inventato la morte della figlia per farsi un bel viaggetto in Costa Rica. La notizia ha dell’incredibile, ma Joan Barnet, dipendente della Manhattan High School of Hospitality Management ha fatto credere ai propri superiori di vivere un periodo particolarmente drammatico dopo la scomparsa di una delle sue figlie.

La donna ha architettato la truffa con particolare meticolosità, infatti ha costretto un’altra figlia a chiamare la direzione della scuola spiegando che la sorella aveva avuto un improvviso attacco di cuore mentre si trovava in vacanza nello stato dell’America Centrale. La stessa ragazza ha richiamato in un secondo momento annunciando la morte della sorella e spiegando all’istituto che la madre e una decina di parenti erano in viaggio per la Costa Rica.


La ciliegina sulla torta è stato senza dubbio in finto certificato di morte inviato dalla signora Barnet alla scuola in cui si attestava il decesso di Xinia Daley Herman. La notizia è stata riportata questa mattina dal Daily News e nell’articolo emerge che la bufala è stata scoperta grazie ad alcuni funzionari della scuola che non hanno creduto alle parole della scaltra insegnante e hanno scoperto che il viaggio nel paradiso tropicale era stato prenotato addirittura tre settimane prima della finta tragedia. Scoperta la truffa la donna è stata licenziata dal suo posto di lavoro e dovrà rispondere al reato di truffa di fronte alla Corte Criminale di Manhattan.






Tags:

Lascia una risposta