Parroco di Belluno registra Gesù all’anagrafe

28 dicembre 2011 13:500 commenti

Da Oggi anche Gesù Cristo potrà esibire un certificato di nascita grazie alla trovata di un parroco di Belluno che ha chiesto al sindaco di Longarone Roberto Padrin di preparare il tanto atteso documento. In realtà non si tratterebbe di un documento autentico, ma di un fac-simile che serviva a Don Gabriele Bernardi a scopo puramente educativo visto che voleva mostrarlo agli alunni della scuola elementare dove insegnava.


Purtroppo per il sindaco questa richiesta del parroco del centro ai piedi della diga del Vajont gli è costata cara dal momento che alcune persone si sono lamentate a gran voce per questa trovata poco cristiana. Il parroco si è giustificato dicendo che l’idea gli sembrava originale e che serviva solo per fornire ai bimbi una prova davvero concreta della nascita del Salvatore, mentre il sindaco ha accettato l’iniziativa perché questo piccolo gesto avrebbe rafforzato il ruolo dei piccoli durante il natale, infatti ha ironizzato :”Possiamo dire che Gesù Bambino si è messo in fila per compilare il Censimento come tutti noi“.

Il documento ha mosso molte polemiche, infatti si è mosso per l’occasione anche il presidente  onorario dell’Unione Atei Piergiorgio Odifreddi che ha definito il parroco una persona che necessita con una certa urgenza di cure psichiatriche. Ovviamente la questione ha sollevato un certo polverone anche in rete, infatti sono molti coloro che hanno deciso di intervenire con commenti più o meno educati sulla spinosa questione.






Tags:

Lascia una risposta