Ancora giallo sul caso dell’infermiera suicida

24 dicembre 2012 09:310 commentiDi:

La vittima involontaria di quello che doveva essere solo uno scherzo innocente si è tolta la vita e il suo caso si sta arricchendo di nuovi e tragici particolari. Jacintha Saldanha, l’infermiera del King Edward VII Hospital di Londra che ha risposto alla telefonata dei due dj australiani, secondo le ultime indiscrezioni, avrebbe tentato di togliersi la vita già in passato.

500 mila dollari alla famiglia dell’infermiera morta suicida

A rivelarlo il Sunday Mail che ha ripreso ciò che è stato pubblicato nei giorni scorsi da un tabloid indiano sulle reali motivazioni del suicidio della donna. In pratica, lo scherzo fattole e, soprattutto, il risalto mediatico che questo ha avuto, ha peggiorato le condizioni di una donna già profondamente malata.


L’infermiera, infatti, da tempo soffriva di depressione e, già lo scorso anno, aveva tentato di suicidarsi. La prima volta che la donna ha provato a togliersi la vita è stato durante un viaggio in India, suo paese natale. La donna ha ingerito una quantità letale di pillole, ma i famigliari si sono resi conti in tempo di quanto stava accadendo e le hanno salvato la vita.

L’infermiera suicida ha lasciato tre messaggi prima di morire

La seconda volta è accaduta pochi giorni dopo, quando la donna, proprio per quanto accaduto, era stata ricoverata in un ospedale psichiatrico. Qui la donna ha provato a gettarsi dal balcone della sua stanza, ma gli infermieri sono riusciti ad impedirle il folle gesto.

 

 

 

 

 






Tags:

Lascia una risposta