Caso Nigella, assolte le assistenti italiane

21 dicembre 2013 16:260 commentiDi:

nigella

Si è concluso oggi il processo a carico delle due sorelle italiane Francesca ed Elisabetta Grillo, assistenti della cuoca inglese regina della tv Nigella Lawson che erano state accusate di aver utilizzato le carte di credito della donna per scopi personali.

I giudici, pur riconoscendo il fatto che le due donne hanno usato le carte di Nigella per i loro acquisti, le ha ritenute non colpevoli in quanto quegli acquisti erano previsti da un tacito patto tra le due parti.


In sostanza, i giudici e la corte hanno accettato la versione e la tesi difensiva degli avvocati di Francesca ed Elisabetta Grillo secondo la quale gli acquisti erano merce di scambio: servivano per comprare il silenzio delle due assistenti circa la dipendenza da cocaina della chef inglese, che in nessun modo doveva essere scoperta dal ricchissimo marito della donna.

Si tratta del collezionista d’arte Charles Saatchi, lo stesso che in u ristorante di Londra le aveva stretto le mani intorno al collo e dal quale ha divorziato questa estate.

Dal canto suo Nigella ammette di aver fatto uso di cocaina, ma solo saltuariamente e proprio a causa della difficile relazione con il marito.






Tags:

Lascia una risposta