Gabriella Carlucci prende per i capelli Filippo Roma delle Iene

30 marzo 2012 08:320 commenti

Nella nuova puntata delle Iene trasmessa ieri in prima serata su Italia Uno, è accaduto di tutto. In onda il servizio di Filippo Roma, uno degli inviati del programma, che ha visto come protagonista l’onorevole Gabriella Carlucci. Non tutti ricordano forse che la Carlucci è anche sindaco della del Comune di Margherita di Savoia, in Puglia, e Roma si è recato nella cittadina per incontrarla.

Qualche tempo fa la Carlucci è sotto accusa per una sentenza di un Giudice del Lavoro che l’ha condannata a pagare 13 mila euro ad un sua ex assistente parlamentare che l’onorevole ha pagato in nero per circa due anni.

Nel servizio andato in onda, Roma chiede spiegazioni alla Carlucci anche su un altro suo ex assistente che avrebbe avuto lo stesso problema. Rocco Castagna, questo il nome dell’uomo, ha dichiarato di essere stato anni assistente della Carlucci per 4 anni e senza ricevere, secondo la sua testimonianza, nessun tipo di retribuzione per il lavoro svolto.


CLAUDIO AMENDOLA LASCIA LE IENE PER LO STRESS

All’inizio la Carlucci, infastidita dalla presenza della iena, cerca di mantenere la tranquillità e il sangue freddo. Ma la iena insiste e per provare quanto affermato da Castagna ha raccolto diverse testimonianze di altri assistenti parlamentari che ammettono di conoscere l’uomo confermandone tra l’altro il ruolo. E quando nel filmato, Castagna mostra anche il tesserino valido per entrare nella segreteria della Carlucci, sembra non ci siano più dubbi sulle due dichiarazioni.

Ma con il passare del tempo la Carlucci non riesce a trattenere la rabbia e ben presto la lite degenera arrivando alla mani: l’onorevole, stizzita dalla presenza dell’inviato lo prende letteralmente per i capelli. Intanto, spunta qualcuno dello staff della Carlucci che cerca inutilmente di coprire la telecamera per nascondere il gesto di violenza del sindaco che non si è certo comportato come una signora, ma che intanto ha annunciato di voler sporgere querela preventiva.






Tags:

Nessun commento

Lascia una risposta