Home / Gossip / Kate Middleton rivoluziona il look

Kate Middleton rivoluziona il look

Scorrere le gallerie fotografiche dei viaggi di corte è un ottimo esercizio per intercettare non soltanto gli indirizzi delle griffe preferite dalle altezze reali, ma anche cambi di passo, balzi in avanti o clamorosi tonfi in fatto di look.

Così, le immagini che vedete qui, scattate durante la recente visita dei futuri sovrani d’Inghilterra in Svezia, parlano certamente dell’incontro tra due coppie di eredi al trono, i duchi di Cambridge, William e Kate, da una parte, e dall’altra i duchi di Vastergotland, Victoria, futura regina del Paese scandinavo, e Daniel. Ma questi scatti raccontano anche di come Kate abbia deciso di rivoluzionare il suo guardaroba traendo ispirazione dallo stile della futura cognata Meghan. Con risultati non sempre convincenti.

Se la parola che la principessa vuole impostare come password della propria immagine è “eccesso”, allora non stona l’abito in stile Sol Levante sfoggiato alla serata di gala all’ambasciata britannica di Stoccolma il 30 gennaio. Una creazione di Erdem, stilista amato, tra le altre, da Emma Watson, Julianne Moore e Anne Hathaway, con fiori stampati su base oro, accollato e a maniche lunghe e con balze che – stravaganza – partono dal polpaccio. Capo da circa duemila euro che è apparso però troppo acceso e colorato per una situazione formale in cui è meglio seguire la più tradizionale, benché forse poco fantasiosa, strada del nero passepartout.

Ma che conferma il desiderio della duchessa di uscire dal seminato in cui il ruolo istituzionale della  perfetta madre di famiglia l’ha costretta. Ruolo che per la verità si è cucito addosso da sola ma che ora sembra troppo irregimentato se paragonato alla sorridente naturalezza di Meghan la pantera. La futura moglie di Harry sta sempre più fungendo da pungolo per Kate. A partire dall’utilizzo della borsa nelle occasioni mondane diurne. Fino a questo viaggio in terra nordica, infatti, la duchessa nelle occasioni ufficiali ha sempre indossato clutch, borse mignon che hanno una funzione anche protocollare. Non è opportuno che una principessa reale stringa mani – sarebbero troppe – durante una cerimonia pubblica: la borsetta serve a tenerle occupate, disincentivando gli interlocutori. Ma stavolta Kate è apparsa impugnando borse più impegnative, veri e propri complementi al look, come la Mulberry Mini Seaton bag da poco più di mille euro indossata per spezzare il verde bosco del cappotto con bordi di pelliccia sintetica (come il cappello) di Troy London.

Lo stivale mal calzato ha però rovinato l’impatto complessivo. Che è invece risultato azzeccato nella sequenza che la immortala il 31 gennaio, in cui ha fatto incetta di super brand: Tod’s ai piedi, cappotto pied de poule nei toni del rosso di Catherine Walker e, ciliegina sulla torta, Chanel matelassé con manico dorato e chiusura cesellata. Un piccolo gioiello da 1.750 euro con cui la duchessa ha definitivamente detto addio allo stile cheap & chic (elegante e a basso costo) con cui aveva spopolato all’inizio del suo percorso da altezza reale. Propensione al risparmio che Miss Markle non ha mai lontanamente dimostrato. Semmai preferisce indossare capi di stilisti e marchi emergenti. Con questi presupposti l’onda Meghan sembra proprio aver travolto Kate senza rimedio

Ma c’è un terreno in cui la duchessa ha una autorevolezza imbattibile: la beneficenza. Anche quando punta tutto sui capelli. La futura regina ha infatti dichiarato di essersi tagliata le ciocche di sette centimetri per donarle ai bambini malati di cancro. Iniziativa che riporta Kate nel ruolo della madre della nazione, dopo Elisabetta naturalmente, a fianco dell’infanzia disagiata. Ma che è risuonata anche come una presa di distanza dalla futura cognata e dai metri di extension che, dicono i maligni, Meghan ha indossato il giorno del fidanzamento ufficiale. Ah, extension vere, anzi verissime.