Michael Jackson si è suicidato, la rivelazione choc del medico Murray

27 novembre 2013 08:460 commentiDi:

michael jackson

E’ uscito di prigione da poco Conrad Murray, il medico personale di Michael Jackson, accusato di aver iniettato all’artista la dose di farmaci che lo ha ucciso nel 2009.

Il medico si è sempre dichiarato innocente e, adesso che è in libertà, ha deciso di dire come si sono svolti realmente i fatti quella maledetta notte.

Secondo le nuove dichiarazioni di Murray, Michael Jackson si sarebbe suicidato. Jacko si sarebbe iniettato da solo la dose di Propofol che, essendo arrivata nel corpo troppo in fretta, ha provocato un arresto cardiocircolatorio. Conrad Murray dichiara di aver lasciato Michael Jackson nella sua stanza vivo e vegeto e solo dopo qualche ora ha scoperto l’avvenuta morte.


Quando Murray è entrato nella stanza di Jackson, secondo quanto lui stesso dichiara al Daily Mail, ha provato a rianimarlo attraverso il massaggio cardiaco ma era ormai troppo tardi: il Re del Pop era ormai morto e non c’era più nulla da fare.

Murray ha inoltre dichiarato alla testata che lui era una delle poche persone delle quali si fidasse Michael Jackson e, pochi giorni prima della morte, gli disse questa frase:

Sai, per il resto della tua e della mia vita i nostri nomi saranno inseparabili. Gli chiesi cosa volesse dire e sorridendo rispose Sono un chiaroveggente






Tags:

Lascia una risposta