Molestie sessuali, Antonella Clerici: “Fingevo di non capire e me ne andavo”

Per non sbagliare ho sempre usato questa tattica infallibile all’attenzione indesiderate del Weinstein di turno. Lo ha detto bellissima presentatrice Antonella Clerici che nella sua trasmissione La Prova del Cuoco ha voluto dedicare un momento così importante tema sullo scandalo delle molestie sessuali, che dall’America si è steso in tutto il mondo.

Sono più di 80 le donne, comprese moltissime attrici famose, che hanno denunciato il potente produttore e boss, Harvey Weinstein, colpevole di aver stuprato e molestato moltissime donne nell’arco di tutta la sua carriera.

Antonella Clerici è convinta che se si vuole sfuggire ad una avances si può fare. La presentatrice, infatti, ha raccontato la sua esperienza sgradevole fatta gli dal potente di turno.

“Si può sempre dire di no – ha spiegato la conduttrice – Poi io avevo una tecnica formidabile, facevo la finta tonta, fingevo di non capire e poi me ne andavo. Mi è capitato che uno mi facesse una proposta, credo un produttore. Mi disse ‘vorrei qualcosa in cambio da te’, mi fece capire che cosa voleva. Io gli dissi ‘questa è la cassetta del provino, gliela buttai addosso e me ne andai’”.

Quello del divano del produttore è molto più di un triste luogo comune e la realtà dei fatti lo ha recentemente confermato con le denunce per abusi e molestie sessuali a carico di Harvey Weinstein, che ogni giorno vede aggiungersi un nome alla già lunga lista di attrici che hanno rivelato le abitudini del fondatore di Miramax.

Il suo però non è un caso isolato: tanti sono i registi e attori che sono stati denunciati per molestie.

Il caso più recente? Ben Affleck, tirato in ballo anche per il caso Weinstein, accusato di aver molestato un’attrice e poi una conduttrice tv durante una trasmissione. Una doppia denuncia per molestie sessuali pende sul capo del fratello Casey Affleck da parte di due donne che hanno collaborato alla realizzazione di Io sono qui, documentario dedicato a River Phoenix. Un’accusa infamante, tanto che quando vinse l’Oscar nessuno lo applaudì.

Il caso più eclatante? Quello di Bill Cosby, conosciuto in Italia come il capofamiglia dei Robinson dove interpretava Cliff. Tutti lo amavano…finche non si è scoperto che per anni aveva molestato decine e decine di donne, drogandole per ottenere favori sessuali.

Altri esempi noti e meno noti:

Britney Spears venne accusata di molestie sessuali da una guardia del corpo nel 2012.

Donald Trump prima della politica e dopo l’imprenditoria è stato protagonista e ideatore dello show The Apprentice. Durante la campagna elettorale che lo ha portato a diventare presidente degli Stati Uniti, ben quattro donne lo hanno accusato di molestie, paragonandolo a una piovra.

Roman Polanski ammise la propria colpevolezza rispetto alle accuse di aver stuprato e fatto ubriacare una tredicenne negli anni ’70. Ora un nuovo caso lo vede di nuovo al centro di polemiche.

Michael Jackson negli anni ’90 fu accusato di pedofilia dai genitori di piccoli ospiti di Neverland. Dopo diversi processi, le accuse vennero ritirate nel 2005.

Mike Tyson venne denunciato per stupro dalla reginetta di bellezza Desiree Washington nel 1992 e, condannato, scontò tre anni di carcere.

Sean Penn e Madonna ebbero un matrimonio tormentato alla fine degli anni ’80. Nel 1988 lui fu denunciato per violenza domestica: pare che avesse legato la moglie per andare a ubriacarsi, slegandola al suo ritorno solo quando lei acconsentì a fare sesso con lui.

Che cos’è la violenza sessuale?

Capire che cos’e’ la violenza sessuale ci aiuta a rispondere.
La violenza sessuale è qualsiasi atto sessuale o un atto riferito al sesso che risulta in una persona a non sentirsi al suo agio, o intimorita o spaventata da questo. È un comportamento che una persona non ha incoraggiato, né scelto.
La violenza sessuale è il tradimento della fiducia e il negare il diritto ad una persona di stabilire cosa avviene al proprio corpo. La violenza sessuale è l’abuso dei diritti e del potere dell’individuo.
La violenza sessuale può essere commessa contro adulti e bambini, donne e uomini e persone provenienti da qualsiasi etnicita’,religione, stato economico ecc.
La violenza sessuale può anche essere definita abuso sessuale o attacco sessuale. I termini utilizzati per descrivere la violenza sessuale, ad esempio “violentare” o “abuso sessuale” hanno un significato generico utilizzato nella conversazione quotidiana e un significato specifico utilizzato per descrivere determinati reati di natura sessuale. In questo sito web impieghiamo tali termini in modo generico e forniamo solo informazioni generiche.
Se ritenete che sia stato commesso un reato di natura sessuale e desiderate presentare denuncia, potreste cercare ulteriore consulenza altrove. Potete farlo contattando il servizio per la violenza sessuale nella vostra zona [in inglese!, la polizia, il vostro medico o un avvocato privato.Contattando qualcuno quanto prima potrebbe favorire la situazione e questi servizi possono fornirvi informazioni sui diritti e sulle opzioni disponibili.
La violenza sessuale assume molte forme
Comprendere che cos’è la violenza sessuale ci aiuta a reagire quando un amico, un famigliare o un cliente rivela di avere subito tale violenza. La lista seguente fornisce alcuni esempi di violenza sessuale:
• Molestia sessuale.
• Palpeggiamenti o baci non desiderati.
• Attività sessuali o attività a sfondo sessuale forzate o costrette, incluse attività che includono violenza o dolore.
• Esposizione di genitali, ad esempio ‘esibizionismo’.
• Stalking o una continua ossessione di un individuo
• Essere osservati da qualcuno senza la propria autorizzazione quando si è nudi o impegnati in attività sessuali.
• Pubblicazioni di immagini sessuali su Internet senza autorizzazione
• Essere forzati o costretti da qualcuno a guardare o a partecipare in attività pornografiche.
• Alterazione di bevande o utilizzo di droghe e alcool per ridurre o interferire con la capacità di una persona di compiere delle scelte relative al sesso o all’attività sessuale.
• Avere rapporti sessuali con qualcuno che sta dormendo o è gravemente sotto l’effetto dell’alcool e/o di altre sostanze stupefacenti.
• Giochi particolari e storie volgari o allusive, o mostrare immagini a fondo sessuale che costituiscono un comportamento ripetuto costrittivo, intimidatorio o profittatore.
• La violenza sessuale (penetrazione da parte di qualsiasi oggetto).

L’adescamento” di minori o persone vulnerabili per coinvolgerle in attività sessuali di qualsiasi tipo.
• Qualsiasi atto sessuale con un minore.
La violenza sessuale non è espressione sessuale. La violenza sessuale è un comportamento o un’azione sessuale non desiderata che utilizza l’intimidazione, la costrizione o la forza, per esercitare autorità o negare i diritti di scelta aN’individuo. La violenza e l’abuso sessuale possono essere eventi singoli o parte di un comportamento ripetuto di violenza. Comportano una gamma di conseguenze fisiche, emotive e psicologiche.
Fatti sulla violenza sessuale
Alcune cose importanti da riconoscere sulla violenza sessuale:
• La maggior parte degli atti di violenza sessuale sono commessi da uomini contro donne e bambini.
• Anche gli uomini subiscono violenza sessuale, in predominanza ad opera di altri uomini.
• La maggior parte delle persone che subisce una violenza sessuale conosce o ha conosciuto
di recente il perpetratore della violenza.
• Alcuni atti di violenza sessuale sono anche reati.
• La denuncia alla polizia può essere una decisione difficile. I limiti del nostro sistema giudiziario e il modo in cui vengono raccolte le prove possono essere difficili da affrontare.
• Le persone che hanno subito violenza sessuale rispondono in molti modi diversi, talvolta con emozioni molto forti, altre volte ritirandosi in se stessi. Capire il trauma causato dalla violenza ci aiuta a reagire in modo adeguato.
• La violenza sessuale è un abuso degli squilibri di potere esistenti nella società.
• La maggior parte di casi di violenza sessuale non viene denunciata alla polizia.
Gli effetti della violenza sessuale
La violenza interpersonale, come la violenza sessuale, è uno degli eventi più traumatici che possa essere vissuto da una persona. Rispondere alle esigenze immediate di vittime/sopravvissuti e dar loro credito/fiducia, e non minimizzando il tutto aiuta a ridurre ulteriori danni. Dare continuo sostegno alle persone durante il recupero è importante,come lo e’ il modo e il dovuto tempo richiesto da loro per farlo .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.