Sara Tommasi intervistata a Le Iene

2 marzo 2012 11:030 commenti

La vocazione di Sara Tommasi evidentemente, è quella di non passare mai inosservata. A tutti i costi. Pochi giorni fa la soubrette si è esibita nell’ennesimo striptease in pieno centro a Roma, nei pressi di Montecitorio, suscitando l’imbarazzo e la curiosità dei passanti e dei fotografi. Tutto sotto gli occhi compiaciuti del suo attuale compagno-collega Luigi Alfonso Marra. Gli spogliarelli pubblici di Sara infatti sono finalizzati alla protesta contro il signoraggio bancario, lotta portata avanti da Marra e Scilipoti.

Ma prima dello strip senza slip improvvisato per le strade della Capitale, la Tommasi aveva partecipato a un convegno di natura economico-finanziaria, invitata in qualità di esperta, considerata la laurea in Economia e commercio conseguita alla Bocconi di Milano. Ebbene, intervistata dalle Iene, nella puntata trasmessa ieri sera, la Tommasi ha fatto una figura davvero becera dimostrando di non essere esattamente all’altezza di poter tenere un convegno. A ogni domanda, è seguita un’imbarazzante risposta errata, una dopo l’altra. Qualche esempio? Alla domanda Chi è presidente della Banca Centrale Europa, la Tommasi ha risposto che si tratta di Fazio.

FOTO SARA TOMMASI SENZA SLIP A MONTECITORIO

Peccato che si tratti di Mario Draghi. E non è tutto. Anche pasando a domande più tecniche, su argomenti che dovrebbero essere di maggiore competenza di un laureato bocconiano, Sara ha dimostrato di avere le idee alquanto confuse. Alla domanda su quanto ammonti il debito italiano, Sara ha risposto “al 3,5% del Pil. Confusa anche sullo spread visto che nel vano tentativo di spiegarlo ha tirato addirittura in ballo la Repubblica di Weimer.

FOTO SARA TOMMASI SENZA MUTANDE AL CHIAMBRETTI NIGHT

Insomma, al peggio non c’è mai limite, ma almeno la soubrette ha ammesso chiaramente il suo sogno nel cassetto e cioè diventare multimiliardaria, in modo da non dover lavorare più. Magari in questo modo potrebbe anche smetterla di denudarsi pubblicamente.

Tags:

Lascia una risposta