Home / Gossip / “Si è tolta i vestiti, poi”. Dopo Asia Argento, un altro scandalo nel mondo dello spettacolo

“Si è tolta i vestiti, poi”. Dopo Asia Argento, un altro scandalo nel mondo dello spettacolo

Continua a tenere banco il caso Asia Argento, tra le prime donne nel mondo del cinema a denunciare la violenza sessuale subita dal produttore Harvey Weinstein e diventata col passare dei mesi la paladina indiscussa del movimento #MeToo. La figlia del regista Dario si è trovata infatti improvvisamente dall’altra parte della barricata dopo che è venuto a galla un caso particolarmente delicato del suo passato, l’accordo per risarcire con 380mila dollari Jimmy Bennett, un giovane attore e musicista rock che disse di essere stato aggredito sessualmente dall’attrice in una camera d’albergo in California anni prima, quando aveva appena compiuto 17 anni. Una vicenda che ha scatenato un vero e proprio putiferio nei confronti dell’attrice, travolta da commenti e accuse di ogni tipo in questi giorni sui social e finita nel mirino di politici e personaggi dello spettacolo.

A rendere ancora più eclatante la vicenda, dopo che Asia stessa aveva in un primo momento respinto ogni accusa, era poi stata una foto pubblicata dalla testata TMZ che mostra proprio Asia insieme a Jimmy: i due sono in un letto, insieme, e si intuisce che siano probabilmente nudi. La testata ha rivelato anche una serie di messaggini piccanti che la Argento avrebbe poi inviato a una terza persona per raccontare quanto accaduto con Bennett. (Continua a leggere dopo la foto)

Non si tratta di un caso unico nella storia dello spettacolo, come ricordato proprio in queste ore da diverse testate. In passato, infatti, una vicenda molto simile aveva visto coinvolto un’altra grande del mondo dello spettacolo, la cantante Britney Spears, che si era trovata a fare i conti con accuse analoghe. Anche la popstar, come nel caso di Asia, aveva cercato di mettere a tacere tutto pagando una somma a chi aveva puntato il dito contro di lei. (Continua a leggere dopo la foto)

Era il 2012 quando Britney aveva pagato una ingente somma al suo bodyguard Fernando Flores che voleva portarla in tribunale con l’accusa di molestie sessuali. Due anni prima, Flores l’aveva denunciata presso la Superior Court di Los Angeles affermando di aver ricevuto avance indesiderate dalla cantante, che almeno in una occasione si era spogliata completamente davanti a lui.

Loading...