Home / infanzia / Bambino e giardinaggio

Bambino e giardinaggio

Il giardinaggio è un modo meraviglioso di trascorrere il tempo con i figli, anche i più piccoli, che rimangono affascinati nel vedere la vita nascere dalla terra.

Se i vostri bambini sono molto piccoli, non dovrete  sognare un giardino degno di riviste specializzate, ma otterrete il vantaggio di vedere i vostri piccoli che, a contatto con la natura, apprenderanno le piacevoli conoscenze naturali e culturali. 

Il giardinaggio richiede molta pazienza e perseveranza.  Al vivaio si possono certamente acquistare piantine già cresciute, tuttavia, la cosa più entusiasmante per un bambino è piantare i semini nella terra per poi osservarne la crescita e la relativa trasformazione. Il bambino ama giocare con la terra, quindi, sarà contento di seguire le semplici istruzioni  che gli darete. Un po’ di terra in un piccolo vaso, uno o due semini, si annaffia e si aspetta. Anche la buccia di una patata deposta sotto terra potrà dare i suoi frutti. 

Il bambino sarà impaziente di vedere nascere la vita dai   piccoli semini che lui stesso e sotto la propria responsabilità ha interrato con grande entusiasmo. Si sentirà importante nel momento in cui la piantina crescerà e questo, solo, per merito suo. 

La crescita di alcuni tipi di verdure. 

Lattuga, circa 1 mese prima di poterla mangiare. Deve essere spesso annaffiata.

Ravanello,  la crescita di questa verdura è la più rapida, poco meno di un mese.

Pomodoro ciliegino, la coltura è semplice e abbondante, ma sono sensibili al freddo,  45 giorni, circa.

Carote, se coltivate in vaso, prevedete almeno 30 cm di altezza, circa 2 mesi.

Spinaci, circa 6 settimane prima del raccolto.

Cetrioli e cetriolini, particolarmente facile la coltivazione, circa 2 mesi. Attenzione è una pianta invadente ed ultra produttiva. 2-3 semi sono ampiamente sufficienti.

Fagioli e piccoli piselli, affascinante il periodo dal germoglio fino alla loro crescita. Sono previsti 2-3 mesi prima del baccello. 

Il posto perfetto per svolgere giardinaggio non deve necessariamente essere molto grande, l’importante è il sole, la vitamina essenziale per la crescita delle piante di ogni genere.  Anche coloro che abitano in appartamento possono fare gli agricoltori, fornendosi di alcuni vasi da posizionare sul balcone e di piccoli attrezzi, ad esempio una piccola paletta.  

Giardinaggio in vasi 

  1. Scegliere un vaso con un diametro minimo di 15-20 cm per le verdure fini,  30-35 cm per pomodori, fagioli, ecc., la profondità deve essere almeno di 20 cm.
  2. I vasi devono essere forati sul fondo per smaltire l’acqua in eccesso.
  3. Porre della ghiaia in fondo al vaso, ciò permetterà di drenare la terra.
  4. Utilizzate una terra da semina 

Erbe fini 

Dragoncello, santoreggia, timo, rosmarino, origano: annaffiare ogni 15 giorni.

Aneto, salvia, verbena: bagnare 1 volta la settimana

Basilico, prezzemolo, cerfoglio, erba cipollina, menta: annaffiare e volte alla settimana 

La verdura non si bagna tutti i giorni, ma abbondantemente, un po’ come il ciclo normale del tempo, giorni pieni di sole, quindi, i giorni di pioggia. Quando fa molto caldo, si bagna solo la sera o la mattina. Si spruzza direttamente alla base del vaso, mai a “pioggia”.

Le verdure a fogliame abbondante (lattuga, pomodori) richiedono più acqua degli altri (cipolla, patata). 

Preparate un “diario di bordo” speciale sul quale il bambino potrà disegnare il ciclo di crescita delle sue piante, affinché possa avere un riferimento visivo, dalla loro semina al loro completo sviluppo. Sarà per lui un motivo di orgoglio. 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *