Home / infanzia / Cura dei capelli dei bambini

Cura dei capelli dei bambini

baby shampo

Per i capelli d’angelo, i capelli del vostro bambino, che siano biondi, castani o rossi, che siano pochi, tanti o fini, bisogna prendersene cura.

 Il buon gesto dello shampo. Una caratteristica importante del bagnetto è il lavaggio dei capelli del bambino. Ecco qualche piccolo consiglio sul da farsi. Se il piccolo dalla nascita ha una fitta capigliatura o solo una morbida peluria, lo shampoo deve essere praticato con cura e attenzione. 

Il bagno è spesso uno dei momenti preferiti dal bambino, in quanto può rilassarsi e liberare la tensione accumulata durante il giorno.

Per rendere questo momento di relax,  tutto ciò che serve, deve essere preventivamente predisposto, tutto il necessario da toeletta a portata di mano (saponi, asciugamano morbido, pannolini e vestiti). 

Nessuno deve disturbarvi in questo delicato momento, che dovrà essere dedicato esclusivamente al piccolo. Assicurarsi che la stanza dove lui farà il bagnetto, abbia una temperatura di almeno 20-22°, mentre l’acqua intorno ai 36-37 °. 

E’ necessario, se possibile, fargli il bagnetto e shampo tutti i giorni, soprattutto se la cute della sua testolina presenta della crosta lattea. 

Col bagno, il lavaggio dei capelli diventa un riflesso, ogni giorno durante i primi quattro mesi di vita e almeno 3 volte alla settimana dall’anno di età. 

L’obiettivo dello shampoo è principalmente quello di alleviare o addirittura impedire la formazione della crosta lattea, le secrezioni seborroiche dal famoso colore giallastro, ma anche per liberare il bambino dal sudore.

I bambini possono spaventarsi, si deve quindi procedere con calma. All’inizio del bagno, versare  qualche goccia di shampoo sulla testa del bambino, strofinare delicatamente e lasciare riposare la schiuma per qualche secondo, il tempo di lavargli il corpo. Tecnicamente, bloccare saldamente il bambino e calategli leggermente la testa sul vostro avambraccio, quindi sciacquate la sua nuca, in modo tale che shampo e crosta lattea, non scendano sul viso. 

La doccia è difficile da regolare, potete utilizzare una bottiglia pulita e riempirla di acqua a temperatura adeguata. Per i genitori che temono di causare danni alla fontanella del cranio del bambino, sappiano che, anche se le piccole ossa del cranio non sono ancora consolidate, si rivelano essere meno fragili di quelle che sembrano! 

Per capelli secchi, tamponare delicatamente con un asciugamano e quindi pettinarli con con una spazzola morbida o un pettine fine. 

Come la pelle anche il cuoio capelluto del bambino deve stare bene, è molto sensibile e facilmente irritabile. Le sue ghiandole sebacee sono state stimolate dagli ormoni, durante la gravidanza della madre, quindi è inevitabile la presenza in eccesso di sebo sulla testa del piccolo. Questo va a formare le secrezioni, che una volta secche, diventa crosta lattea. 

E importante trattare o prevenire questi piccoli disturbi, scegliendo prodotti per i capelli del bambino, dolci, ipoallergenici, pH neutro, poco profumati, che soddisfino il film idrolipidico. I composti senza sapone, hanno anche il vantaggio di non bruciare gli occhi.

Loading...