La febbre nel bambino

bimbettoIn un bambino si definisce febbre quando la temperatura corporea è superiore ai 38° C.  E’ spesso legata a fattori infettivi o virali, deve essere trattata in modo adeguato e spesso rapido se il lattante molto piccolo.

Il mezzo più affidabile per misurare la temperatura di un bambino è il termometro rettale.

A volte la febbre è accompagnata da altri disturbi, quali diarrea, vomito, esantemi cutanei, questi sintomi permetteranno al medico di orientarsi sulla diagnosi.

La consultazione di un medico è fondamentale e deve essere immediata quando la febbre è molto alta,  il bambino è inferiore ad un o due mesi di vita, il bambino è nato prematuro, o vi sono altri segnali seri come problemi respiratori, disordini della vigilanza, diarrea importante macchie sulla pelle.

Come intervenire in caso di febbre; innanzitutto proponete di bere al vostro bambino, acqua, bevande zuccherate e in caso di diarrea soluzioni di reidratazione che si acquistano in farmacia.

Favorite il suo riposo in una camera che non superi i 20° C., non copritelo e ponete impacchi freddi sulla sua fronte, se riuscite preparate impacchi di acqua fredda con poco alcool etilico  e metteteli anche negli inguini del bambino, sostituendoli molto spesso, in questo modo disperderà il calore; occorre tuttavia sorvegliare regolarmente il bambino.

Se la temperatura è superiore ai 38° C. naturalmente necessiterà somministrare farmaci antipiretici, solitamente è consigliato il paracetamolo (i mg variano in base al peso), associati alla terapia prescritta dal pediatra del bambino.

Può essere usato anche l’acido acetilsalicilico (aspirina) per abbassare la temperatura, ma a volte può presentare rischi,  soprattutto nel caso d’infezione virale e in particolare di varicella.

La febbre può risolversi in breve tempo e può essere causata da molteplici fattori, una tracheite, bronchite, infezione gastro-intestinale, urinaria, che saranno guaribili con la terapia antibiotica adeguata.

Una complicanza dello stato febbrile può essere la convulsione che è dovuta ad uno sbalzo immediato della temperatura o la salita o la discesa rapida.

In questo caso bisogna mantenere la calma, spogliare il bambino e posizionarlo sul fianco,  fare impacchi di acqua tiepida sul corpo, fredda sulla fronte e sul collo. Chiamare subito un medico.

Loading...

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *