L’autismo infantile

Rain_manNel mondo della scienza l’autismo è considerato un  disturbo dello sviluppo psichico comportamentale di origine sconosciuta.

Questo disturbo, una volta considerato raro,  tocca 1 bambino su 200 e si manifesta nella prima infanzia, generalmente intorno ai tre anni, benchè alcune volte si riesca a constatarlo anche intorno ai 18 mesi, perchè la parola regredisce dai 12 a 20 mesi di età.

Sono colpiti entrambi i sessi ma maggiormente i soggetti maschili. L’autismo si distingue per la deficienza nella socializzazione e nella comunicazione verbale, il bambino autistico durante il gioco tende a non interagire con altri compagni, bensì si chiude in se stesso, in un mondo tutto suo.

I gesti da lui compiuti sono ripetitivi,  per comunicare usa i gesti, se lo richiamate all’attenzione lo metterete in difficoltà, questi soggetti spesso reagiscono a certi  suoni o sono maggiormente interessati dalle forme di alcuni oggetti.

Sebbene il gene dell’autismo non sia stato ancora identificato, parecchi ricercatori sono giunti alla conclusione che questo disturbo sia un fattore ereditario.

Le manifestazioni dei problemi sociali e della comunicazione variano considerevolmente nei bambini autistici. Tuttavia, la presenza di deficienza di orientamento sociale precoce, che si manifesta prima dell’età dei 24 mesi, ha portato gli studiosi alla determinazione     che è la caratteristica principale dell’autismo.

La diagnosi precoce, prima dei 30 mesi, è estremamente favorevole, ma abbastanza complicata a causa dell’instabilità comportamentale dovuta anche all’età del bambino, in questa fascia lo specialista si basa principalmente sulle notizie riportate dai genitori.

L’ABA (Applied Behavior Analysis) ossia l’analisa applicata del comportamento è una terapia consigliata per questi bambini, e verrà eseguita da una vera e propria squadra: un analista comportamentale, terapisti, i genitori e parenti a stretto contatto col bambino e in seguito uno staff scolastico.

L’analista sarà il capogruppo e stilerà il programma da seguire.

L’ABA porterà  beneficio  a  questo  disagio,    il  trattamento  permette  di comprendere, valutare e modificare certi comportamenti, insegnando argomenti competenti, grazie ai metodi vari e definiti per le necessità individuali  al fine di raggiungere un buon livello di studio e di funzionamento intellettuale.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *