Home / infanzia / Nel bambino troppa tv porta malattie cardiache

Nel bambino troppa tv porta malattie cardiache

I bambini che guardano troppa televisione hanno più rischi di sviluppare a termine malattie cardiache, ipertensione arteriosa o diabete, secondo uno studio australiano pubblicato, ieri.

I bambini sottoposti a questo studio, con una fascia di età compresa dai 6 ai 7 anni, che guardano a lungo la televisione, hanno presentato un restringimento delle arterie nella parte posteriore degli occhi.

Ciò aumenta il rischio di contrarre malattie cardiache, ipertensione e diabete, rivela la prima parte dello studio intrapreso dall’università di Sydney.  “I genitori devono stimolare i loro bambini ad intraprendere altre attività e a trascurare il divano”, ha raccomandato il dott. Bamini Gopinath, responsabile dell’analisi.

L’osservazione ha riguardato circa 1500 bambini di sei e sette anni, di 34 scuole primarie di Sydney. In media, i bambini esaminati trascorrevano 1,9 ore al giorno davanti alla tv e 36 minuti al giorno in attività fisiche.

Coloro che si dedicavano a maggiori attività fisiche, un’ora o più al giorno, presentavano arterie sensibilmente più ampie di quelli che spendevano più tempo davanti al televisore.

“Abbiamo notato che i bambini che svolgono un alto livello di attività fisica mostrano un migliore profilo microvascolare rispetto a quelli passivi o che praticano meno di un’ora al giorno di movimento fisico”. Ha spiegato il dott. Gopinath.

“Ciò lascia pensare che i comportamenti meno salutari possano influenzare la microcircolazione in tenera età e, quindi, possono aumentare il rischio di malattie cardiache e di ipertensione in un futuro”, ha aggiunto.

Il troppo consumo di televisione porta a meno attività fisica, a cattive abitudini alimentari, pertanto ad un aumento di peso, ha aggiunto.

Lo studio è pubblicato questa settimana nel giornale “of the American Heart Association”.

Leggi anche:  Tv in camera del bambino non è ideale

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *