Apprendistato senza limiti di età per i lavoratori in mobilità

7 agosto 2012 15:130 commenti

Il Ministero del Lavoro con l’interpello n. 21 del 1° agosto 2012 ha risposto ad quesito posto dall’ANCL (Associazione Nazionale dei Consulenti del Lavoro) e fornito al contempo un importante chiarimento in tema di apprendistato. Il quesito riguarda la possibilità di assumere con contratto di apprendistato, ai fini della qualificazione o della riqualificazione professionale, lavoratori in mobilità, così come previsto dal comma 4 dell’articolo 7 del Testo Unico dell’apprendistato, approvato con il d.lgs. n.167 del 2011.

Più nel dettaglio, la richiesta di chiarimento era destinata a sapere se per l’assunzione tramite contratto di apprendistato dei i lavoratori iscritti nelle liste di mobilità si potesse prescindere dai limiti di età. Ebbene, la risposta del Ministero del Lavoro è stata affermativa, in quanto la disposizione che consente di assumere lavoratori in mobilità con un contratto di apprendistato è da considerarsi disciplina speciale e pertanto prescinde dai requisiti anagrafici previsti per le assunzioni tramite tale tipologia contrattuale.


I limiti di età normalmente previsti per l’assunzione di lavoratori con contratto di apprendistato, ricordiamo, sono compresi tra i 15 e i 25 anni di età per quelli che hanno ad oggetto il conseguimento di una qualifica o di un diploma professionale, mentre per l’apprendistato professionalizzante e quello di alta formazione e ricerca il limite è compreso tra i 18 e i 29 anni di età.

L’interpello ha inoltre chiarito che in caso di assunzione tramite contratto di apprendistato di lavoratori in mobilità si applica il regime contributivo agevolato previsto dall’articolo 25, comma 9, della legge 23 luglio 1991, n. 223 e l’incentivo di cui all’articolo 8, comma 4, della medesima legge. L’agevolazione contributiva, tuttavia, a prescindere dalla durata del contratto, non può superare i diciotto mesi dall’assunzione, inoltre non spetta l’ulteriore beneficio contributivo di un anno dopo la conferma del lavoratore in azienda al termine del contratto di apprendistato.






Tags:

Lascia una risposta