Home / Lavoro / aprire un'attività / Aprire un agriturismo

Aprire un agriturismo

agriturismo cavalliOccorre innanzi tutto precisare che cosa si intende per agriturismo: la legge 20 febbraio 2006 n. 96 (che ha abrogato la 730/1985) lo definisce come un’attività di ricezione e ospitalità esercitata dagli imprenditori agricoli, per favorire  lo sviluppo agricolo e agevolare la permanenza nelle zone  rurali dei produttori.

 

Per poter avviare l’attività di agriturismo è necessario essere iscritti in qualità di agricoltori,   presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura territorialmente competente, anche in forma di società. 

Possono esercitare l’attività agrituristica l’imprenditore agricolo e i suoi familiari anche con l’ausilio di lavoratori subordinati, che si occupano della coltivazione di un fondo proprio o in cessione a qualsiasi titolo e all’allevamento del bestiame con le attività connesse. 

L’attività agrituristica dovrà sempre risultare complementare a quella agricola che in ogni caso avrà  carattere prevalente.

L’agriturismo offrirà agli ospiti:

  • Spazi aperti in zone rurali, anche per le soste dei campeggiatori;
  • Alloggi in strutture rurali già utilizzati per l’attività agricola; (i requisiti degli immobili sono stabiliti dalle regioni);
  • Somministrazione di pasti e bevande di produzione prevalentemente propria o di aziende agricole della zona. 

Per avviare un agriturismo l’imprenditore agricolo dovrà chiedere l’iscrizione all’Elenco Regionale degli Operatori Agrituristici alla Commissione Provinciale per l’Agriturismo, presso la sede provinciale del Servizio Ispettorato Funzioni Agricole, il funzionario regionale  preposto a seguito di un sopralluogo verificherà le giornate lavorative agricole in base alle quali assegnerà le giornate lavorative in agriturismo, secondo la rispettiva percentuale di 51 e 49%. 

L’imprenditore quindi inoltrerà al Sindaco del Comune ove intende intraprendere l’attività, domanda accompagnata da una relazione dettagliata sull’esercizio pubblico che verrà avviato e dalla documentazione attestante il titolo di possesso del terreno dove sorgerà l’agriturismo.

Valutati tutti requisiti (anche norme igienico-sanitarie) il Comune classificherà e autorizzerà la struttura ricettiva.


Oltre alle precedenti autorizzazioni è necessario:

  • Apertura partita IVA
  • Iscrizione CCIAA
  • Iscrizione INPS
  • Iscrizione INAIL
  • Autorizzazione Vigili del Fuoco
  • Autorizzazione installazione insegne e cartelli segnaletici stradali
  • Libretto idoneità sanitaria
  • Autorizzazione igienico-sanitaria locali
Loading...