Bonus 80 euro polizia, carabinieri, esercito: pensionati polemici, ultime news sulle decisioni di Renzi

Il governo Renzi ha deciso di estendere il famoso bonus di 80 euro anche gli operatori delle Forze dell’Ordine quindi a membri della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili Urbani, dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica e di tutte le altre sezioni di polizia dipendenti dai vari ministeri. Il bonus di 80 euro alle forze dell’ordine è stata la risposta del governo alle richieste dei vari sindacati di polizia che in più di una occasione avevano rivendicato la necessità di un aumento del netto salariale per dei corpi che sono indispensabili per la tenuta sociale della nazione. Non è mai stato un mistero, infatti, che i poliziotti italiani abbiano sempre ritenuto di prendere di meno rispetto a quello che dovrebbe essere il giusto stipendio in relazione alle mansioni svolte.

Con la decisione dell’esecutivo, il famoso bonus di 80 euro cessa quindi di essere un diritto rivolto solo a determinate categorie di lavoratori e diventa un “plus” riservato praticamente alla quasi totalità del mondo del lavoro. L’estensione del bonus anche alle forze di polizia mette però ancora più in risalto il fatto che da questo genere di provvedimento siano stati esclusi praticamente solo i pensionati. Proteste sulla decisione del governo di non riconoscere il bonus ai pensionati si ebbero già quando oltre un anno fa questo provvedimento fece la sua comparsa nelle buste paga di molti dipendenti e, inevitabilmente, proteste ci sono anche oggi a seguito della decisione di includere tra i beneficiari del bonus anche le forze di polizia.

Le proteste, come già avvenne un anno fa, arrivano dalle organizzazioni sindacali di tutela dei pensionati e da alcune forze politiche con in testa il Movimento 5 Stelle che, da sempre, alla filosofia degli 80 euro in più in busta oppone il reddito di cittadinanza. L’Italia, ha affermato Grillo, è il solo paese europeo assieme alla Grecia che non ha introdotto questo importante supporto.

Loading...

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *